Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Nel parco di Selinunte si miete il grano degli dei
«Promuovere attività culturali e buon cibo locale»

All'interno della zona archeologica, in dieci dei 270 ettari sono state seminate le varietà perciasacchi, tumminia, bidì e hammurabi ma anche legumi come lenticchie e ceci. «È un nuovo percorso di valorizzazione delle Cave di Cusa»

Redazione

Foto di: Parco archeologico di Selinunte su Facebook

Foto di: Parco archeologico di Selinunte su Facebook

Rito della mietitura del grano degli dei all'interno della zona archeologica del Parco di Selinunte. «Oggi con la raccolta dei grani antichi seminati all'interno del parco archeologico di Selinunte raggiungiamo il duplice obiettivo di studiare gli aspetti dell'archeologia del gusto e di valorizzare il sito», ha commentato il direttore del Parco Archeologico di Selinunte, Cave di Cusa e Pantelleria, Bernardo Agrò.

In dieci dei 270 ettari del Parco con il coordinamento del consorzio Gian Pietro Ballatore, che fa capo all'assessorato regionale siciliano all'Agricoltura, per il secondo anno sono stati infatti seminati grani antichi delle varietà perciasacchi, tumminia, bidì e hammurabi e legumi come lenticchie e ceci. Di importante occasione di rilancio sia per il parco archeologico di Selinunte sia delle Cave di Cusa che dell'intero territorio dell'hinterland hanno parlato i sindaci di Partanna, Nicolò Catania, e Campobello di Mazara, Giuseppe Castiglione.

«Bisogna insistere su queste attività di promozione delle attività culturali e dei beni monumentali e del buon cibo, in particolare quello autoctono», ha rilevato Catania, mentre per Castiglione «con il nuovo direttore Bernardo Agrò si sta iniziando un nuovo percorso di valorizzazione delle Cave di Cusa di cui, sulla scia di quanto fatto dal professore Sebastiano Tusa, vanno approfonditi gli studi». 

L'archeologa Linda Adorno e l'etnoantropologo Antonino Frenda hanno parlato dell'importanza della coltivazione del grano e della sua raccolta, dal punto di vista mitologico, storico e popolare. I cereali hanno sempre rappresentato infatti uno dei punti di forza della civiltà selinuntina, come è dimostrato dai numerosi reperti archeologici. Il termine deriva da Cerere, la dea romana delle messi e del pane che rendeva la terra fertile ed era perciò connessa con la crescita dei cereali. «Quest'anno nonostante l'andamento climatico non favorevole - osserva Dino Messina del consorzio Ballatore - siamo riusciti a seminare in tempo utile e ci aspettiamo di avere delle buone produzioni dal punto di vista quantitativo e anche sotto il profilo qualitativo». 

(Fonte: Ansa)

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews