Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Paceco: scoperte oltre cento piante di cannabis
I carabinieri arrestano marito, moglie e figlio

La famiglia le coltivava nel giardino di casa, dove erano nascoste da una rete frangivento. Il giovane, alla vista dei militari, ha lanciato dal terrazzo un sacchetto di plastica con dentro le infiorescenze. Guarda le foto

Redazione

Oltre cento piante di cannabis indica sequestrate e quattro persone arrestate. È questo il risultato di due distinte operazioni portate avanti nei giorni scorsi dai carabinieri di Trapani

Nello specifico, nella mattinata del 30 agosto, i carabinieri della sezione operativa della compagnia di Trapani e della stazione di Paceco, hanno arrestato in flagranza di reato i coniugi Leonardo Amodeo (classe 1967), Maria de Fatima Lourenco Conde (classe 1968) e il loro figlio Christian Amodeo (classe 1999), tutti e tre con precedenti di polizia. 

Christian Amodeo

Leonardo Amodeo

Maria de Fatima Lourenco Conde

Claudio Poma

Già da qualche tempo, i carabinieri stavano svolgendo delle indagini tenendo sotto controllo i movimenti degli arrestati fino a quando hanno deciso di entrare nell'abitazione dei tre insieme al pastore tedesco UlisseAll’arrivo dei militari, la famiglia Amodeo avrebbe mostrato spontaneamente 13 piante di marijuana, di cui nove alte circa due metri e quattro di almeno un metro e venti. Le piante erano occultate nel giardino della casa grazie a una rete frangivento. 

Il figlio della coppia, però, vedendo arrivare i militari avrebbe lanciato un sacchetto di plastica dal terrazzo, nel tentativo di salvare parte dello stupefacente già pronto per essere immesso nel mercato. Recuperato il sacchetto, che era finito sul tetto di un vicino magazzino, infatti i carabinieri hanno potuto constatare che conteneva infiorescenza di marijuana già essiccata e suddivisa in tre confezioni. Inoltre, in casa, i militari hanno trovato tre scatole con infiorescenze, altre 15 piantine di altezza media 30 centimetri, altre due di circa 120 centimetri, materiale per il confezionamento delle dosi e diversi contenitori di fertilizzanti. 

Sempre a Paceco, nella giornata del 31 agosto, i carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Trapani, con il supporto dello squadrone eliportato cacciatori Sicilia, hanno arrestato Claudio Poma (classe 1980), con precedenti di polizia. Durante una perquisizione di un podere di proprietà dell’arrestato, i militari hanno trovato una piantagione di circa 70 piante di cannabis indica di altezza variabile tra il mezzo metro e il metro e mezzo, irrigate da un impianto appositamente creato da Poma

In un casolare, inoltre, vi erano altre cinque piante a essiccare e 10,5 grammi di infiorescenza già essiccata e pronta per essere immessa nel mercato. In entrambi i casi, una volta concluse le formalità di rito, i quattro arrestati sono stati sottoposti alla misura degli arresti domiciliari, su disposizione della procura della Repubblica di Trapani, in attesa della convalida del giudice, mentre tutto lo stupefacente è stato sequestrato.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews