Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Ragusa, spintoni e umiliazioni in una casa di riposo
Tre assistenti sanitarie incastrate dalle telecamere

L'Indagine della squadra mobile è partita grazie a una segnalazione. Gli appostamenti e le microspie hanno confermato quanto avveniva all'interno della struttura. Due donne ai domiciliari, una con obbligo di firma. Guarda il video

Redazione

Anziani, alcuni anche malati di Alzheimer, insultati, schiaffeggiati e spintonati. La squadra mobile di Ragusa ha eseguito misure cautelari nei confronti di tre donne - L.D. classe ’78, M.A.R. classe ’56 e F.D. classe ’88 - assistenti sanitarie in una casa di riposo di Ragusa. 

Sono accusate di maltrattamenti. Due sono finite agli arresti domiciliari, per la terza, su cui sono stati documentati meno episodi, è scattato l'obbligo di firma in questura. Le indagini della polizia sono partite grazie a una segnalazione in cui si raccontava delle urla, dei pianti e dei lamenti che si sentivano provenire dalla casa di riposo. La squadra mobile ha quindi messo in campo strumenti di indagine con appostamenti, telecamere e microspie.

È emerso che gli anziani chiedevano aiuto per ore senza ricevere assistenza. Sarebbero stati vittime di violenze, schiaffi, strattonamenti, umiliazioni. In un caso una delle donne si sarebbe sdraiata sopra un ospite per impedirgli di alzarsi. E ancora, sono stati registrati umiliazioni, insulti e minacce: testa di m…, animale, capra ed ancora mi fai schifo, puzzi come una bestia, sei pazza, scema, incrasciata; minacce: cambiati o ti prendo a legnate, se non ti lavi ti prendo a schiaffi, muoviti che mi fai schifo o ti do uno schiaffo, io ti ammazzo.

Una donna anziana malata di alzheimer che voleva solo andare in bagno sarebbe stata lasciata nel suo letto e l’indomani mattina sarebbe stata insultata per aver disturbato il sonno di chi doveva assisterle . Due delle indagate, commentando tra loro la notte appena trascorsa, avrebbero augurato la morte della donna perché dava fastidio. I comportamenti inumani sono stati videoregistrati e pertanto la Procura di Ragusa diretta da Fabio D’Anna ha richiesto l’applicazione della misura cautelare a carico delle indagate, su cui il giudice per le indagini preliminari è stato d'accordo. 

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews