Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Pd, il pugliese Losacco nuovo commissario regionale
I renziani: «Sicilia laboratorio dell'alleanza col M5s»

Il voto poco prima delle 16 in direzione nazionale del Partito democratico. Il deputato Alberto Losacco avrà il compito arduo di riportare la pace in casa dem, ma già dalle prime battute è chiaro che troverà le barricate al suo arrivo

Redazione

È Alberto Losacco il nuovo commissario del Partito Democratico siciliano, nominato da Nicola Zingaretti. Il voto, in direzione nazionale del partito, è arrivato poco prima delle 16, ma già dalla tarda mattinata i renziani hanno annunciato guerra sulla vicenda. 

Classe 1970, pugliese, avvocato e deputato alla Camera, Losacco è un fedelissimo di Dario Franceschini, chiamato già nel 2006 a capo della segreteria dall'allora presidente del gruppo parlamentare. Una carriera politica al fianco del leader di AreaDem, fino all'elezione nella segreteria nazionale del partito. E adesso l'incarico, per nulla semplice, di riportare sulla rotta dell'unità un partito che in Sicilia appare ogni giorno sempre più disgregato al suo interno, dopo le primarie al vetriolo, il ritiro di Teresa Piccione e la defenestrazione di Davide Faraone dal vertice dell'organizzazione politica nell'Isola.  

Immediata, appunto, la reazione dei renziani, secondo cui «la Sicilia si prepara ad essere il primo laboratorio politico dell’alleanza tra Pd e 5 stelle, come aveva detto Davide Faraone immediatamente dopo la sua epurazione. Poco fa Zingaretti ha nominato il nuovo commissario del Pd Sicilia, è Alberto Losacco, parlamentare, uomo di Franceschini. Intervistato due giorni fa su un quotidiano online disse: "Creare muri insormontabili tra noi e i 5 Stelle in questa fase non mi sembra una scelta politica lungimirante. Ad esempio guardo con grande attenzione, lo diceva anche Franceschini, a personalità come Conte e Fico”». 

«Una scelta grave che non condividiamo - incalzano i renziani siciliani - e alla quale ci opporremo a partire dalla nostra raccolta firme #senzadinoi sul sito senzadinoi.it . Siamo arrivati in meno di 24 ore a quasi quattromila firme, il nostro obiettivo è raccogliere 100mila firme».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

MeridioKids, la rubrica per i più piccoli

Un modo per creare comunità in questo periodo senza socialità. Nasce per questo MeridioKids, la rubrica di MeridioNews pensata per la quarantena di grandi e piccini. Istruttori di discipline sportive, artisti, disegnatori, animatori, pasticceri, maghi. A ognuno abbiamo chiesto di pensare un'attività o un gioco ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews