Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Marsala, spara al compagno della figlia dopo una lite

Redazione

Nella notte di domenica 14 luglio, i Carabinieri della Compagnia di Marsala hanno tratto in arresto - per i reati di tentato omicidio, illecita detenzione e porto in luogo pubblico di arma da sparo modificata - Maggio Alessandro, quarantenne marsalese già noto alle forze dell’ordine. 

Nello specifico, alle ore 2 circa, giungeva alla Centrale Operativa della caserma “Silvio Mirarchi” di Marsala, una chiamata anonima che segnalava una lite animata con esplosione di colpi d’arma da fuoco nel quartiere popolare di Amabilina. Immediatamente l’operatore inviava una pattuglia della Sezione Radiomobile, diretta dal Luogotenente Antonio Pipitone, per verificare quanto riferito. 

Giunti sul posto, i militari accertavano che il Maggio, venuto a conoscenza di una lite in corso tra la propria figlia e il compagno, si era recato presso l’abitazione di quest’ultimi e, notando il giovane intento a fumare una sigaretta dalla finestra dell’appartamento, avviava con lo stesso una discussione molto violenta, al culmine della quale decideva di impugnare la pistola che portava al seguito, e di esplodere diversi colpi d’arma da fuco all’indirizzo del compagno della figlia, mentre era ancora affacciato alla finestra, senza tuttavia colpirlo. 

Nel corso dei rilievi effettuati dai Carabinieri, sono state rinvenute due ogive, di cui una - in particolare - aveva bucato il soffitto della camera da letto, stanza ove il giovane era intento a fumare alla finestra. La pistola utilizzata - successivamente sottoposta a sequestro - dai primi accertamenti effettuati, è risultata essere una scacciacani opportunamente modificata per essere pienamente offensiva. 

Maggio, dunque, condotto presso la Compagnia Carabinieri di Marsala, al termine delle formalità di rito, è stato tratto in arresto per i reati di tentato omicidio, illecita detenzione e porto in luogo pubblico di arma da sparo modificata. All’esito dell’udienza di convalida, tenutasi nella mattinata di mercoledì 17 luglio, il giudice lilybetano, condividendo pienamente le risultanze investigative dei militari dell’Arma, ha convalidato l’arresto, disponendo la misura cautela della custodia in carcere.

(Fonte: comando provinciale carabinieri di Trapani)

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews