Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Scuola, nel 2019/20 boom di rientri dei docenti in Sicilia
Ministro: «Più trasferimenti anche grazie a Quota 100»

Resi noti dal Miur i dati sulla mobilità dei professori. Rispetto all'anno scorso si registra un + 63% di trasferimenti nell'isola. «Andremo avanti per sostenere i docenti che sono stati danneggiati dal tristemente noto algoritmo della 107»

Redazione

L'anno scorso erano riusciti a tornare in Sicilia 900 docenti, per il 2019/2020 la quota sale a 1.528, con un aumento del 63 per cento. Il ministero dell'Istruzione ha diffuso i dati della mobilità nel mondo della scuola, cioè la procedura tramite la quale i docenti possono cambiare scuola di titolarità o passare da un grado di istruzione all'altro. E per l'Isola i numeri dicono che 8.132 insegnanti hanno avuto risposta positiva alla richiesta di mobilità: di questi 6.604 si sposteranno semplicemente da una provincia all'altra della Sicilia, mentre 1.528 (cioè il 18,8 per cento del totale) torneranno da altre Regioni d'Italia. 

«Quest'anno - ha spiegato il ministro Marco Bussetti - siamo riusciti, anche grazie ai posti liberati dalla Quota 100, a garantire un numero maggiore di rientri. Andremo avanti per sostenere i docenti che sono stati danneggiati dai trasferimenti determinati dal tristemente noto algoritmo della 107». Chi tornerà in Sicilia lo farà soprattutto dalla Lombardia (341 trasferimenti), dal Lazio (294) e dalla Toscana (213). 

Degli oltre ottomila trasferimenti siciliani per il nuovo anno scolastico quasi uno su tre riguarda la scuola secondaria di secondo grado (sono 2.925 i professori che si muoveranno). A seguire i maggiori movimenti sono nella secondaria di primo grado (2.257) e nella primaria (1.869). I restanti 1.081 si registrano per la scuola dell'infanzia. Nel 2018/2019 gli insegnanti che si erano spostati in Sicilia da un istituto all'altro sono stati 5.891 (713 in meno rispetto al 2019/2020).

I risultati della mobilità quest'anno sono stati resi noti con un mese di anticipo rispetto al 2018. E sono stati diffusi in contemporanea per tutti gli ordini e gradi di scuola, non scaglionati come avveniva in precedenza.  «Anticipare i tempi della mobilità - ha commentato Bussetti - ci consente di dare prima certezze al sistema e agli insegnanti. Ringrazio i nostri uffici periferici per il grande lavoro svolto per la mobilità che ci ha consentito di guadagnare un mese di tempo nel definire le cattedre del prossimo anno scolastico. Uno sforzo della nostra amministrazione che sarà una regola per il futuro». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews