Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Fc Messina, l'impegno della nuova società per la serie D
Rocco Arena: «Budget adeguato, giochiamo per vincere»

Si presenta la nuova società giallorossa: dal presidente, imprenditore con interessi e in ristoranti in giro per il mondo, al direttore generale Marco Ferrante, ex bomber del Torino. La promessa anche di formare una squadra femminile

Simona Arena

L’Fc Messina è tornato ufficialmente a vedere la luce questa mattina, con la presentazione dei quadri dirigenziali e del progetto tecnico nel Salone delle Bandiere del Comune. Grande emozione per il presidente Rocco Arena, diventato proprietario del Città di Messina, club rinominato subito ufficialmente Football Club Messina, come spiegato dall’avvocato Carmelo Santoro, l’amministratore delegato. Presentati alla stampa il direttore generale Marco Ferrante, il direttore sportivo Davide Morello e il mister Massimo Costantino. In società anche i consiglieri Franco Mento e Fabio D’Amore. Assente, invece, il vicepresidente Santi Cosenza. 

«Ho tanta voglia di lavorare a questo progetto sportivo per il quale c’è ancora tantissimo da fare», spiega il presidente Arena, lombardo con origini messinesi a presidente del Consorzio Toro, che si occupa di servizi come pulizie industriali, sicurezza, logistica. Arena è anche presidente dell'Alicante calcio, che milita nella quarta divisione spagnola. Tifosissimo del Torino, ha anche fondato una catena di ristoranti, la San Rocco restaurant, con sedi a New York, Valencia, Alicante e Berlino. 

«Viviamo una sorta di anno zero - dice il nuovo presidente - ma abbiamo lavorato tanto negli ultimi giorni per programmare e studiare il futuro. I tifosi? Devo conquistare la loro fiducia, ma sono pronto a tuffarmi in questa nuova avventura. Giocheremo per vincere la Serie D e il budget sarà adeguato per provare a raggiungere i nostri obiettivi». 

Tra i tanti argomenti sviscerati dal nuovo presidente giallorosso, è emersa la volontà di formare una squadra di calcio femminile: «Lo abbiamo fatto ad Alicante - dice - e qui l’idea mi stuzzica parecchio». Ferrante, storico ex bomber del Torino calcio, nella sua nuova veste di direttore generale si sente pieno di «orgoglio e soddisfazione. Messina - dice - è una piazza importante e ora dobbiamo andare avanti facendo poche chiacchiere, che lasciano il tempo che trovano, ma portando avanti lo stile e la professionalità che rispecchiano il nostro presidente».

Nello staff tecnico c'è il direttore sportivo Davide Morello. Palermitano, alla prima esperienza in carriera da ds, l’ex portiere di Torino e Trapani è carico ed emozionato: «Non ci credevo quando il presidente mi ha chiamato e il suo "Benvenuto in famiglia" mi ha commosso, perché sono una persona che crede nei valori fondamentali. Spero di poter portare questo clima positivo anche all’interno della squadra». A guidare la prima squadra ci sarà Massimo Costantino, tecnico di esperienza che in carriera ha allenato anche Vigor Lamezia, Vibonese e Sassari Torres: «Ringrazio la proprietà per avermi dato la possibilità di misurarmi in una piazza importante come Messina. Ora è tempo di abbandonare le frasi fatte, perché penso che solo il campo darà le risposte che tutti aspettiamo».

L’amministratore delegato Santoro, autentico braccio destro di Arena nelle trattative con Sciotto prima e Lo Re dopo, ricoprirà un fondamentale ruolo strategico: «Sono cresciuto a pane e Celeste - dice - e vedere nascere questo progetto è straordinario. Arena è una persona concreta, preparata e di parola: ritengo sia l’uomo giusto per sedere in cima a questo progetto e io sono onorato e felice di essere qui, a lavorare nella mia città».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.