Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Modica, spaccio vicino a scuola e davanti la chiesa
Tra pusher timori per la legalizzazione delle droghe

Smantellata, nell'ambito dell'operazione Bronx, una rete di persone specializzate nello smercio di hashish, cocaina e marijuana. Agli atti anche il pestaggio di una persona, colpevole di avere effettuato una segnalazione alle forze dell'ordine. Guarda foto e video

Marta Silvestre

Hashish, cocaina e marijuana spacciate vicino a una scuola superiore, nel piazzale davanti alla chiesa della Madonna delle Lacrime, nelle palizzine delle case popolari della zona nuova della città di Modica e in altri luoghi frequentati soprattutto da giovani anche minorenni. Una rete di spaccio smantellata questa mattina dai carabinieri della compagnia di Modica nell'ambito dell'operazione Bronx. I militari hanno dato esecuzione a dieci misure cautelari (otto custodie in carcere, uno arresto domiciliare e un obbligo di dimora), emesse dal gip del tribunale di Ragusa su richiesta della procura, tra Modica, Scicli e Pozzallo per concorso in detenzione e spaccio di sostanze stupefancenti.

Intercettazioni telefoniche e ambientali, osservazioni, controlli e pedinamento hanno permesso di effettuare diversi arresti in flagranza e di recuperare cospicui quantitativi di droga. In particolare, si tratta di quattro arresti e del sequestro di circa 1,5 chili di sostanze stupefacenti di vario genere. Ad ulteriore conferma, sono state raccolte anche testimonianze e informazioni degli assuntori, molti dei quali minorenni

Corrado Luminario

Gioele Fede

Matteo Matarazzo

Johnny Orlando

Salvatore Giardina

Emanuele Cannata

Valerio Levante

Andrea Tedeschi

Carmelo Rizza

Giancarlo Noto

Un cospicuo canale di approvvigionamento proveniente da soggetti di Scicli ( Valerio Levante, arrestato lo scorso agosto con circa un chilo di marijuana detenuta nel giardino) e Pozzallo (Salvatore Giardina, soggetto molto attivo nei traffici di droga), entrambi «approvvigionatori di professione», scrivono gli inquirenti. Avuta la droga, gli indagati si sarebbero adoperati per organizzare una rete di spaccio sulla città di Modica. La fase invernale e autunnale dello spaccio sarebbe avvenuta in particolare nella zona delle palazzine popolari di Corso Sandro Pertini e in altre parti della città (come nella centralissima piazza Matteotti). Per il periodo estiva, invece, la droga sarebbe stata smerciata quotidianamente nella zona balneare dei locali della movida giovanile di Marina di Modica.

Durante le indagini - durate da maggio 2018 a febbraio 2019 - è stato ricostruito un episodio in cui un residente della zona delle palazzine popolari sarebbe stato picchiato da uno degli indagati perché accusato di avere segnalato alle forze dell’ordine quanto avveniva. Da una intercettazione, è emersa anche la preocuppazione di Giancarlo Noto - ritenuto uno dei principali perni dello spaccio - per l'eventuale legalizzazione delle droghe leggere perché, in quel caso, non avrebbe avuto più mercato illecito

Tutti gli indagati sono già gravati da precedenti penali specifici. Il giudiece per le indagini preliminari ha sottolineato che «tutti i soggetti avecano una forte proclività a delinquere, svolgendo in modo esclusivo quale sostentamento l’attività di spaccio». A uno degli indagati, infine, viene contestato anche un furto aggravato all’interno di ufficio assicurativo di Modica accaduto nel 2014.

Arrestati con custodia in carcere:
1. Giancarlo Noto, classe 1994;
2. Carmelo Rizza, classe 1981;
3. Andrea Tedeschi, classe 1997;
4. Valerio Levante, classe 1978;
5. Emanuele Cannata, classe 1999;
6. Salvatore Giardina, classe 1975;
7. Johnny Orlando, classe 1996;
8. Matteo Matarazzo, classe 1994;

Applicazione misura cautelare degli arresti domiciliari:
9. Gioele Fede, classe 1995;

Applicazione misura dell'obbligo di dimora a Modica:
10. Corrado Luminaro, classe 1999.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.