Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Alcamo, controlli ai lidi: sanzioni per seimila euro
Stabilimento a Guidaloca viola obbligo di chiusura

Un lido era stato sanzionato una settimana fa e sarebbe dovuto rimanere chiuso, invece i militari lo hanno trovato aperto. È scattata la denuncia del titolare

Redazione

In questi giorni i Carabinieri della Compagnia di Alcamo sono stati impegnati, unitamente ai Carabinieri del Nucleo Anti Sofisticazione di Palermo e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Trapani, in una serie di controlli agli stabilimenti balneari del litorale, in vista dell’imminente stagione estiva. 

Nella giornata del 12 giugno i militari hanno ispezionato numerosi lidi della zona accertando, presso alcuni di questi, la commissione di diversi illeciti amministrativi, sanzionati per un ammontare complessivo di euro 6000, per il mancato rispetto delle prescrizioni relative ai requisiti e alle procedure di autocontrollo. 

In particolare, presso uno dei lidi ispezionati veniva riscontrata l’inadeguatezza del locale adibito a spogliatoio del personale, in un secondo lido veniva rilevato il mancato aggiornamento delle registrazioni delle operazioni di autocontrollo e la mancata esibizione dell’attestato di alimentarista da parte del personale preposto, mentre in un terzo stabilimento veniva accertata, oltre alla mancata esibizione dell’attestato di alimentarista, anche l’inadeguatezza igienico sanitaria del locale cucina. 

Nel corso del servizio, i Carabinieri si recavano nuovamente presso uno stabilimento balneare sito in Guidaloca, già oggetto di controllo circa una settimana fa, al fine di verificare il rispetto dell’“ordinanza di chiusura attività con effetto immediato e a tempo indeterminato”, emessa a termine dell’ispezione, per le gravi violazioni che erano emerse, quali la mancanza di registrazioni sanitarie, l’assenza delle autorizzazioni necessarie ai fini della somministrazione di cibi e bevande nonché l’omesso conseguimento della licenza per lo svolgimento dell’attività. 

Giunti sul posto, i militari scoprivano che il lido era regolarmente aperto ed ancora funzionante, per tanto procedevano a deferire il proprietario in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per non aver rispettato l’ordine di chiusura a lui imposto, oltre ad intimare l’immediata chiusura dello stabilimento.

(Fonte: comando provinciale carabinieri di Trapani)

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.