Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Autobus urbani ed extraurbani, scongiurati i tagli
La Regione userà 50 milioni dell'accordo con Roma

Gli assessori Falcone e Armao hanno spiegato a sindacati e associazioni datoriali come intendono evitare la riduzione del 50% delle risorse al trasporto pubblico locale. Tutto resta, però, subordinato a due passaggi. «Soddisfatti ma vigileremo», dicono dall'Anav

Salvo Catalano

Foto di: Luisa Santangelo

Foto di: Luisa Santangelo

Un impegno che, se rispettato, scongiurerà i tagli al trasporto pubblico locale. Il governo Musumeci davanti alle sigle sindacali e alle associazioni datoriali, garantisce che la riduzione di quasi il 50 per cento delle risorse destinate al settore non ci sarà. Gli assessori Marco Falcone (Infrastrutture) e Gaetano Armao (Economia) hanno spiegato stamattina che si attingerà ai Fondi di sviluppo e coesione per mantenere i servizi fino alla conclusione dell'anno, come da contratto. I cinquanta milioni di euro necessari deriveranno dall'accordo che Armao ha negoziato con il governo centrale a inizio maggio. Lo stesso accordo che dovrebbe garantire una boccata d'ossigeno alle ex province: si tratta, infatti, di 150 milioni di euro (quasi interamente Fsc, cioè fondi destinati agli investimenti), di cui cento - e questo già si sapeva - saranno destinati ai liberi consorzi e alle città metropolitane, mentre i restanti 50 - ed è questa la novità emersa dall'incontro di oggi - dovrebbero finire proprio al trasporto pubblico locale

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×