Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Roland Garros, Caruso cede al numero uno Djokovic
La corsa del tennista avolese si ferma al terzo turno

Il siciliano conclude il torneo parigino a testa alta. Il serbo si impone in tre set in poco più di due ore e non senza qualche difficoltà. Questo risultato consente all'isolano di guadagnare oltre venti posizioni nel ranking. Risultato finale: 6-3 6-3 6-2 

Luca Di Noto

Foto di: pagina Facebook Salvatore Caruso

Foto di: pagina Facebook Salvatore Caruso

Termina al terzo turno la bella avventura dell’avolese Salvatore Caruso sulla terra rossa parigina del Roland Garros. Il tennista siciliano, dopo i successi su Munar e Simon, si è dovuto inchinare al numero uno del circuito Atp, il serbo Novak Djokovic, capace di imporsi in tre set (6-3, 6-3, 6-2). Una gara non semplice per il tennista balcanico, che ha dovuto fare i conti con l’entusiasmo dell’azzurro, reduce da alcuni risultati a sorpresa. Per Caruso restano comunque l’ottima figura al cospetto del numero uno al mondo su un palcoscenico prestigioso (il Roland Garros è il torneo più importante sulla terra) e le diverse posizioni in classifica che guadagnerà al termine dell’evento, quando si posizionerà intorno alla posizione numero 120 del ranking. Caruso è riuscito a rendere il match interessante e ricco di contenuti, concedendosi anche la realizzazione di alcuni bei colpi.

I due tennisti tengono entrambi il proprio turno di battuta nei primi due game, poi il balcanico trova il break nel quarto e si porta sul 3-1. Il siciliano sciupa in un paio di occasioni delle palle per il contro-break che gli avrebbero consentito di servire per la parità, e il primo set scivola via con il 6-3 in favore di Djokovic. Nel secondo set è subito battaglia: dopo otto minuti di guerra di nervi, il primo game va all’italiano. Lo stesso fa il serbo che rimette tuto in parità. Si va avanti così fino al 2-2, quando il serbo trova il break che lo porta avanti. Caruso tiene per calare soltanto nella parte finale del set, quando concede a Djokovic un altro break per il secondo 6-3. Si arriva così al terzo set dove il siciliano continua a tenere mentalmente nonostante lo svantaggio. Turni di battuta mantenuti fino al 3-2 per il serbo, poi è il numero uno a strappare il servizio al siciliano per il 4-2. Djokovic trova anche qualche ace che lo aiuta in alcuni momenti cruciali e si porta sul 5-2 per poi chiudere togliendo ancora una volta il servizio all'avversario, per il definitivo 6-2.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews