Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Scontro De Luca-Romano, il sindaco va al contrattacco
«Astioso perché non ho detto sì a scambio di 5mila voti»

Dopo le parole di questa mattina dell'ex ministro che ha denunciato il sabotaggio subito all'interno di Forza Italia, a causa dell'accordo tra Gianfranco Miccichè e il primo cittadino peloritano, è quest'ultimo a lanciare benzina sul fuoco

Simone Olivelli

Questa mattina mentre le agenzie di stampa battevano i lanci sulle dichiarazioni di Saverio Romano sul presunto sabotaggio subito in occasione delle Europee, Cateno De Luca pubblicava su Facebook una foto con Ciccio, il suo cane. Uno scatto che lo stesso sindaco di Messina ha usato per motivare la momentanea - a dire il vero molto breve, meno di 24 ore - assenza dai social network: «Scusatemi, per qualche giorno ho staccato per stare con i miei familiari», ha scritto. Il sottotesto riguardava il carattere meritevole di questa pausa, date le indubbie soddisfazioni venute fuori dalle urne per De Luca: essere stato determinante nell'assegnazione del seggio a Giuseppe Milazzo - il candidato di Gianfranco Miccichè finito al centro del cosiddetto patto della madonnina con vista futura, almeno è ciò che spera il primo cittadino, su palazzo d'Orleans - ed essere riuscito a portare la fidata Dafne Musolino a concludere la competizione con oltre 47mila preferenze e la soddisfazione di essere la più votata per distacco in casa Forza Italia a Messina, a un manciata di preferenze anche dal capo della Lega Matteo Salvini.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×