Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Tennis, Caruso parte bene al Roland Garros
L’avolese supera lo spagnolo Munar in 4 set

L’azzurro sovverte i pronostici e si impone in poco più di tre ore passando al turno successivo. Al secondo turno affronterà il francese Simon e ai sedicesimi potrebbe trovare Djokovic. Il siciliano mostra grande lucidità per tutto il match

Luca Di Noto

Foto di: pagina Facebook Salvatore Caruso

Foto di: pagina Facebook Salvatore Caruso

Contro classifica e contro pronostico. Parte al meglio l’avventura di Salvatore Caruso, tennista avolese numero 147 del ranking Atp, al Roland Garros. Nel più prestigioso torneo sulla terra rossa dell’intero circuito, l’azzurro si è imposto in poco più di tre ore (tre ore e sette minuti) sullo spagnolo Jaume Munar, numero 53. Una sfida, quella del campo numero 4 del prestigioso circolo parigino, molto equilibrata soprattutto nei primi due set, durati entrambi poco meno di un’ora ciascuno. Il siciliano ha sconfitto l’avversario in quattro set (7-5, 4-6, 6-3, 6-3) e stacca così il pass per il secondo turno, dove affronterà il francese Gilles Simon, numero 33 della classifica Atp e, qualora dovesse superare il turno dovrà vedersela ai sedicesimi contro il vincente tra il numero uno Djokovic e lo svizzero Laaksonen.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×