Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Ad Augusta un sottomarino nucleare al pontile Nato?
Associazioni: «Chiarezza sulla sosta dell'unità navale»

Il 10 maggio, poche ore prima che la nave della Marina sbarcasse 36 migranti, «un battello non convenzionale» lasciava la rada di Augusta. Peacelink e Comitato No Muos No Sigonella hanno fatto istanza di accesso civico per capire che natura avesse il mezzo

Redazione

Foto di: Gianmarco Catalano

Foto di: Gianmarco Catalano

«Un battello non convenzionale» in sosta al pontile Nato di Augusta dal 6 al 10 maggio. E ripartito qualche ora prima che in quello stesso pontile arrivasse, dopo l'ennesimo braccio di ferro, la nave Stromboli della Marina militare che ha fatto sbarcare 36 migranti. Sulla presenza dell'unità navale due associazioni adesso vogliono vederci chiaro. «Di che nave si è trattato? È stata forse l'ennesima sosta - non ufficialmente comunicata alle popolazioni - di un sottomarino militare a propulsione nucleare nella rada di Augusta?», si chiedono Peacelink e Comitato No Muos No Sigonella che hanno presentato istanza di accesso civico e informazioni ambientali a tutti gli enti competenti (Marina militare, capitaneria di porto, Ispra, vigili del fuoco e prefetto). 

L'arrivo del «battello non convenzionale» era stato annunciato dalla capitaneria di porto, giorno 26 aprile, con un'ordinanza diramata a tutti gli enti pubblici interessati, e infine apparsa sull'albo pretorio del Comune di Augusta. L'ordinanza in particolare riferiva di «operazioni militari con sosta di un battello non convenzionale», vietando «il transito e la sosta di qualsiasi imbarcazione» in un raggio di «700 metri dalla testata del pontile Nato della Marina militare».

In quei giorni Augusta era al centro delle cronache nazionali perché scelto come porto di destinazione per i migranti soccorsi dalla nave Stromboli. «Poche ore prima - sottolineano le due associazioni - lontano dalle telecamere, il battello non convenzionale lasciava il porto megarese. Per l'eventualità in cui si fosse effettivamente trattato della sosta di un sottomarino nucleare, alle stesse istituzioni è stato inoltre richiesto di chiarire se sono stati eseguiti tutti gli stringenti controlli sulla radioattività ambientale, come prescritti dalla legge (d.lgs. 230/95), dalle raccomandazioni dell'Ispra e, in ultimo, dal Piano di Emergenza Esterna pubblicato dalla Prefettura di Siracusa».

In attesa delle risposte, Peacelink e Comitato No Muos No Sigonella chiedono ai sindaci della provincia di fare loro l'istanza, «chiedendo presso le istituzioni coinvolte la massima trasparenza sulla vicenda, a tutela della sicurezza e della salute dei cittadini, la cui difesa dipende solo dalla massima vigilanza e capacità di mobilitazione».

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews