Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Ars, al via gli esami per il concorso da consiglieri
A luglio i quattro test: storia, diritto ed economia

Cellulari vietati per la prova d'esame, ma anche carta, penna e libri. Tutto il materiale necessario per affrontare la prova sarà messo a disposizione dalla commissione esaminatrice, presieduta dal primo inquilino dell'Assemblea, Gianfranco Micciché

Miriam Di Peri

Foto di: Miriam Di Peri

Foto di: Miriam Di Peri

Si definisce l'iter per la selezione per gli undici posti di consigliere parlamentare all'Ars, pubblicato in Gazzetta ufficiale lo scorso novembre. Si comincerà il prossimo lunedì 8 luglio, con il tema di diritto amministrativo. Martedì 9 luglio sarà la volta del tema di diritto costituzionale, anche con riferimento al diritto parlamentare e all'ordinamento regionale, per proseguire giovedì 11 luglio con il tema di contabilità di Stato e degli enti pubblici, mentre venerdì 12 si procederà con il tema di storia d'Italia dal 1860 ad oggi, anche con riferimento alla storia della Sicilia. 

Tutte le prove si terranno alle 9 del mattino, a Palermo nei locali della Fiera del Mediterraneo, con accesso da Via Anwar Sadat. «L'accesso - si legge nel documento pubblicato sul sito dell'Assemblea - sarà consentito esclusivamente ai candidati dalle ore 7.30 alle ore 8.30. I candidati sono pertanto tenuti a presentarsi, entro e non oltre il suddetto orario, muniti di copia stampata della domanda di partecipazione trasmessa nell'apposito form on line nonché del proprio documento di riconoscimento in corso di validità, per procedere alle operazioni di riconoscimento. Per lo svolgimento delle suddette prove, i candidati non potranno introdurre nella sala di esame codici commentati, testi, tavole o appunti di alcun tipo, ad eccezione di quelli esplicitamente ammessi dalla Commissione esaminatrice, né apparecchi o supporti elettronici di qualsiasi specie».

E a proposito di commissione esaminatrice, i nomi dei componenti sono stati resi noti lo scorso marzo: sarà presieduta dal primo inquilino di Sala d'Ercole, Gianfranco Micciché, affiancato dal segretario generale dell'Assemblea, Fabrizio Scimè, dalla docente di diritto costituzionale, Antonella Sciortino, dai docenti di diritto amministrativo, Maria Cristina Cavallaro e Fabrizio Tigano, dalla docente di storia contemporanea, Giuseppa Di Gregorio e dal consigliere parlamentare al Senato, Luigi Ciaurro.

«La Commissione - si legge ancora sul documento sul sito dell'Ars - potrà disporre che alcuni testi possano essere consultati esclusivamente tra quelli messi a disposizione per tutti i candidati su apposite postazioni. Ogni testo ammesso dovrà recare ben visibile sulla copertina nome, cognome e data di nascita del candidato. È fatto inoltre divieto ai candidati di introdurre nella sede d'esame carta per scrivere e penne, che invece saranno messi a disposizione dalla Commissione. Si evidenzia in proposito che l'aula d'esame ed i locali accessori saranno sottoposti a schermatura completa della rete e che i concorrenti potranno essere sottoposti in qualsiasi momento a controlli, anche mediante metal detector o personali, da parte delle forze dell'ordine. Non sarà consentito introdurre in aula borse, borsellini, marsupi, portaoggetti, zaini o valigie di alcun tipo o dimensione».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×