Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Statale 114 tra le 5 strade con più controlli nelle feste
Scelta per la pericolosità da una campagna nazionale

Più militari sulla Orientale sicula in questi giorni. L'obiettivo di Adotta una strada, iniziativa nata dalla collaborazione tra la Fondazione Ania e l’Arma dei carabinieri, è ridurre il numero e la gravità degli incidenti su cinque delle strade statali più pericolose d’Italia

Redazione

La statale 114 Orientale sicula è una delle cinque strade scelte in tutta Italia da una campagna nazionale per aumentare i controlli dei carabinieri durante le prossime festività. L'obiettivo della sesta edizione di Adotta una strada, iniziativa nata dalla collaborazione tra la Fondazione Ania e l’Arma dei Carabinieri, è ridurre il numero e la gravità degli incidenti su cinque delle strade statali più pericolose d’Italia. 

Dal 15 aprile al 5 maggio saranno intensificati i pattugliamenti sull’Aurelia, sulla Padana Superiore, sulla Tirrena Inferiore, sull’Orientale Sicula e sulla Carlo Felice. I carabinieri aumenteranno i controlli soprattutto nelle ore notturne, nei fine settimana e nei giorni a ridosso degli esodi per la Pasqua e per i ponti primaverili, statisticamente fra i periodi più a rischio per l’incidentalità stradale, visto l’aumento dei flussi di traffico. 

La scelta di intervenire su queste statali nasce dal fatto che le strade extraurbane sono le più pericolose della rete viaria. Sulla statale 114 Orientale sicula, che va da Messina a Siracusa, nel 2017 si sono verificati 123 incidenti con sei morti e 196 feriti. Nel 2017, ultimo anno disponibile a livello statistico, su queste arterie si sono registrati 1.615 decessi, ovvero quasi la metà del totale delle vittime della strada in Italia (47,8%). Guardando il numero di incidenti, poi, si rileva che uno su 5 si è verificato sulle strade extraurbane (35.077 pari al 20% del totale), causando oltre 56mila feriti (22% del totale).

Le pattuglie operative sul territorio concentreranno la loro attività in particolare sulla guida in stato di ebbrezza e sul corretto uso delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini. Nonostante si tratti di dispositivi obbligatori da tempo, nell’ultimo anno le forze di polizia hanno elevato oltre 200mila sanzioni per mancato utilizzo di questi strumenti salvavita. 

I carabinieri di Siracusa, nel corso dei posti di controllo che effettueranno sulla statale 114, nel tratto non autostradale, distribuiranno, a tutti coloro che verranno fermati, un etilometro monouso e un opuscolo con le regole per il corretto trasporto dei bambini in automobile, con i dettagli della nuova normativa che prevede l’utilizzo di sistemi anti abbandono.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.