Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Agrigento, concessa semilibertà all'avvocato Arnone
Ma ha divieto di affiggere manifesti e usare Facebook

L'ex consigliere comunale di giorno avrà la possibilità di esercitare la propria professione, mentre di sera dovrà tornare in carcere. La decisione è arrivata dai giudici del tribunale di sorveglianza di Palermo. Il legale era tornato dietro le sbarre lo scorso marzo

Redazione

Foto di: agrigentonotizie

Foto di: agrigentonotizie

Era tornato in carcere lo scorso 29 marzo, l'avvocato agrigentino ed ex consigliere comunale Giuseppe Arnone. Adesso, però, i giudici del tribunale di sorveglianza di Palermo hanno disposto nei suoi confronti la semilibertà. Arnone, quindi, di giorno avrà la possibilità di esercitare la propria professione, mentre la sera dovrà tornare in carcere. Per lui c'è il divieto di affiggere manifesti dal balcone del suo studio - che è di fronte al tribunale - e di utilizzare Facebook e gli altri social network.

La decisione è arrivata tre giorni dopo l'udienza in cui i suoi difensori, gli avvocati Arnaldo Faro e Raimondo Tripodo, avevano chiesto al tribunale di concedere nuovamente l'affidamento in prova ai servizi sociali mentre il sostituto procuratore generale Rita Fulantelli aveva chiesto che scontasse le due condanne per calunnia e diffamazione in carcere, con fine pena fissato per il luglio del 2021.

L'avvocato Arnone, che è stato anche candidato sindaco e che ha legato il proprio nome alla causa ambientalista prima di diventare il difensore dei proprietari degli immobili abusivi nella Valle dei Templi, nel novembre del 2016 è stato arrestato con l'accusa di estorsione nei confronti di una collega a cui avrebbe chiesto 50mila euro per evitare di diffondere notizie su un procedimento giudiziario in cui era coinvolta.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×