Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Messina, fatto brillare un ordigno da mille libbre
Sganciato da aereo militare, era in fondo al mare

Le operazioni si sono svolte nelle prime ore della mattinata e si sono concluse in piena sicurezza. La bomba è stata spostata, tramite dei cavi, a una distanza di dieci chilometri dalle coste siciliane e calabresi. Guarda il video e le foto

Simona Arena

Un forte boato ha svegliato i messinesi questa mattina. L’ordigno bellico ritrovato in mezzo allo Stretto di Messina nei giorni scorsi è stato fatto brillare, dopo essere stato trasportato con dei lunghi cavi a dieci chilometri distanza dalle coste calabresi e siciliane. Tutto è andato come previsto e messo a punto durane la riunione tecnica che si è tenuta in prefettura lo scorso venerdì per programmare le operazioni di rimozione e trasporto in zona di brillamento dell’ordigno bellico rinvenuto dal nucleo operatori subacquei della Guardia Costiera nei fondali della zona falcata. 

La bomba sganciata da un aereo militare di una dimensione pari a 150 centimetri di lunghezza e 160 di circonferenza per un peso di oltre mille libbre ad alto contenuto esplosivo ha dimostrato tutta la sua potenza deflagratoria. Dalle 6 del mattino è stato chiuso al transito veicolare il tratto di strada di via Vittorio Emanuele compreso tra viale Boccetta e viale San Martino. A quel punto i palombari della Marina militare sono entrati in azione. Hanno legato l'ordigno con dei grossi cavi collegati a un rimorchiatore che lo ha trainato in un punto equidistante tra la Costa siciliana e quella calabrese. 

Tutti i mezzi navali hanno quindi raggiunto la distanza di sicurezza e a quel punto la bomba è stata fatta brillare. Sul posto imbarcazioni della stazione navale della guardia di finanza, della polizia, della capitaneria di porto e dei vigili del fuoco. Impiegati anche i volontari delle associazioni di protezione civile per evitare che i pedoni entrassero nell’area a rischio.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Il calcio che conta (storie dalle periferie del pallone)

Lontano dai riflettori della serie A, le storie e i profili più interessanti dalle squadre siciliane impegnate nei campionati minori

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×