Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Trapani, l'inchiesta su Lo Sciuto: tutti scarcerati
Per il Riesame la competenza spetta a Palermo

Il Tribunale del Riesame ha accolto l'istanza della difesa che ha sollevato un difetto di incompetenza territoriale: essendo il reato più grave tra quelli contestati, il peculato, commesso a Palermo, è a quel Tribunale che sarebbe spettata la pronuncia

Redazione

Tutte scarcerati le 27 persone arrestate nel blitz Artemisia che lo scorso 21 marzo ha portato alla scoperta di un gruppo occulto in provincia di Trapani, guidato dall'ex deputato regionale Giovanni Lo Sciuto, pure lui tornato in libertà. Il Tribunale del Riesame ha infatti accolto l'istanza della difesa che ha sollevato un difetto di incompetenza territoriale: essendo il reato più grave tra quelli contestati, il peculato, commesso a Palermo, è a quel Tribunale che sarebbe spettata la pronuncia. 

Dopo una prima tranche di scarcerazioni, ieri è toccato agli indagati eccellenti: oltre a Lo Sciuto, anche l'ex sindaco di Castelvetrano Felice Errante, il candidato alle imminenti amministrative a Castelvetrano, poi fatto fuori dalla competizione proprio a causa dell'arresto, Luciano Perricone e Giuseppe Angileri, grande elettore di Lo Sciuto che avrebbe ottenuto in cambio del sostegno elettorale un contratto fittizio di portaborse per la moglie. Tutti tornati in libertà. Il provvedimento di annullamento delle misure cautelari è stato emesso dal Tribunale del Riesame di Palermo. Secondo il Riesame, il gip di Trapani non avrebbe potuto valutare le richieste dei pm. 

Lunedì scorso la procura di Trapani ha depositato una memoria per spiegare ai giudici del Riesame che non è stato ricostruito con certezza dove si sia consumato il reato di peculato, aggiungendo pure che che tra gli episodi non inseriti in ordinanza c'è anche un'estorsione commessa nel territorio trapanese che, prevedendo un massimo di pena superiore al peculato, radicherebbe il fascicolo d'indagine a Trapani, superando l'incompetenza territoriale contestata. Adesso tutti gli atti saranno trasmessi alla Procura di Trapani che valuterà se inviarli ai colleghi di Palermo o se riformulare una nuova richiesta al gip trapanese.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×