Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Crisi Cmc, l'offerta di Musumeci a Di Maio e Toninelli
«Noi anticipiamo 70 milioni, ma serve Salva imprese»

Il presidente della Regione ha scritto ai ministri per rendere nota la disponibilità del governo siciliano di mettere soldi, successivamente da reintegrare, per pagare i crediti alle aziende isolane che hanno fatto lavori per la coop ravennate

Redazione

La Regione Siciliana è disposta ad anticipare 70 milioni di euro per andare incontro alle difficoltà finanziarie di Cmc e consentire così il pagamento delle somme che attendono le imprese siciliane che hanno fatto lavori per conto dell'azienda ravennate. L'annuncio è del presidente Nello Musumeci, che ha inviato una lettera al ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio e all'omologo alle Infrastrutture Danilo Toninelli

«Il già fragile sistema socio-economico siciliano è stato ulteriormente provato dalla gravissima situazione di crisi finanziaria in cui versa l’impresa Cmc, che ha comportato il licenziamento di oltre 700 lavoratori e un debito verso le imprese subappaltatrici e fornitrici che ammontano a circa 70 milioni di euro - si legge nel testo inviato a Roma -. Questa amministrazione fin dal profilarsi della crisi ha promosso numerosi incontri con Anas, Fce e l’impresa, finalizzati a sbloccare una situazione divenuta davvero insopportabile, sia per la mortificazione a cui i territori sono costretti che per il danno economico causato alle imprese locali».

Musumeci punta il dito nei confronti del governo nazionale. «Nonostante le rassicurazioni e la recente convocazione presso il ministero delle Infrastrutture di un tavolo di crisi, i lavori sulle infrastrutture viarie e ferroviarie già in carico alla Cmc non sono, di fatto, ancora ripresi e non sono state individuate misure realmente in grado di fronteggiare la gravissima esposizione delle imprese subappaltatrici e fornitrici». Dal governatore arriva un appello per un intervento normativo ad hoc - «un Salva imprese, cioè una misura che ricalchi, per certi versi, il Salva banche» - ma anche un'offerta: «Questa amministrazione è pronta ad anticipare 70 milioni di euro dei fondi Fsc assegnati alla Regione e ancora non impegnati, per assicurare - continua il presidente - la immediata copertura finanziaria di un intervento normativo volto a soddisfare i crediti di tutte le imprese che hanno, a vario titolo, svolto attività di lavoro, servizi o fornitura per conto della Cmc nei cantieri siciliani. Tale disponibilità finanziaria da reintegrare da parte dello Stato in sede di future assegnazioni di fondi - scrive Musumeci - consentirebbe di coprire sino al 70 per cento i crediti delle imprese siciliane, in considerazione del fatto che il restante 30 sarà corrisposto dalla stessa Cmc in ragione del concordato cui è sottoposta».

Intanto proprio oggi Cmc ha comunicato di avere dato inizio ai mandati di pagamento per gli stipendi di febrbaio degli operai. I lavoratori in Sicilia sono impegnati nei cantieri della metropolitana di Catania, del raddoppio Caltanissetta-Agrigento e della Palermo-Agrigento.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×