Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

A Sciacca il primo Palazzo di giustizia plastic free
«Quantità di rifiuti che mette a rischio l'ambiente»

È la prima struttura in Italia dove l'utilizzo di contenitori e stoviglie in plastica sarà vietato, a partire dal prossimo 30 marzo. Il provvedimento è stato firmato dal presidente del tribunale, Antonio Tricoli e dalla procuratrice Roberta Buzzolani

Redazione

Il Palazzo di giustizia di Sciacca è la prima struttura giudiziaria in Italia nella quale sarà vietato, a partire dal 30 marzo, l'uso di contenitori e stoviglie, come bicchieri, piatti e posate, che non siano realizzati in materiale biodegradabile o compostabile. Il provvedimento è stato firmato dal presidente del tribunale, Antonio Tricoli, e dalla procuratrice della Repubblica, Roberta Buzzolani.

L'iniziativa è in linea con il piano denominato Strategia europea per la plastica, che prevede, tra l'altro, entro il 2030, nel territorio dell'Unione Europea, la riduzione del consumo di oggetti in plastica monouso. «L'enorme quantità di rifiuti di plastica, di qualsiasi tipo - scrivono il presidente Tricoli e la procuratrice Buzzolani - ha prodotto e produce un impatto tanto rilevante da mettere a rischio l'equilibrio dell'ambiente, anche marino, al punto che, in taluni casi, è stata dimostrata l'interferenza di tale materia nella cosiddetta catena alimentare».

L'iniziativa è passata positivamente al vaglio della conferenza permanente del tribunale di Sciacca che ha stabilito di adottare subito, in adesione alla normativa europea e agli indirizzi del ministero dell'Ambiente, ogni iniziativa finalizzata a limitare l'uso, all'interno del Palazzo di giustizia, di oggetti e contenitori monouso non biodegradabili con l'adesione di magistrati, avvocati e personale amministrativo. 

(Fonte: Ansa)

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Il calcio che conta (storie dalle periferie del pallone)

Lontano dai riflettori della serie A, le storie e i profili più interessanti dalle squadre siciliane impegnate nei campionati minori

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×