Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Floridia, si fingono vecchi amici per truffare anziano
Avevano convinto la vittima a prelevare 500 euro

Bruno Esposito e Maurizio Persico sono accusati di avere avvicinato un 75enne, presentandosi come vecchie conoscenze. In cambio del denaro lo avrebbero ricompensato con due giacche di dubbio valore. La somma sarebbe servita per spese di viaggio

Redazione

I carabinieri della Tenenza di Floridia, impegnati in un servizio di controllo del territorio volto alla prevenzione e repressione dei reati, hanno arrestato in flagranza di reato due uomini, napoletani, per aver tentato di farsi consegnare da un anziano uomo una somma in denaro con la promessa di restituzione. In particolare, Esposito Bruno e Persico Maurizio, entrambi 46enni, raggiunto il centro abitato di Floridia ed individuata la vittima, un 75enne del luogo, dopo aver carpito la sua fiducia fingendosi di essere amici di vecchia data, la persuadevano a consegnargli la somma di 500 euro, a loro dire necessaria per affrontare il viaggio di ritorno a Milano, ove sostenevano essere i proprietari di una pelletteria. 

L’anziano, credendo di avere effettivamente davanti a sé dei vecchi colleghi di lavoro, grazie alla capacità di raggiro da parte di entrambi i truffatori, si convinceva a prestare loro la somma richiesta. I due, al fine di dimostrare il forte legame interpersonale che li accomunava alla vittima e consolidare così la fiducia già carpita, regalavano all’uomo due giacche, asseritamente in pelle, da donare ai nipoti. Pertanto, con lo spirito di compiere una buona azione a favore di un vecchio amico incontrato dopo tanti anni, l’anziana vittima si recava presso la proprio banca per effettuare il prelievo del denaro. 

Fortunatamente, i dipendenti della filiale, probabilmente perché già avvezzi al verificarsi di episodi analoghi, intuivano che il prelievo di denaro potesse essere frutto di intenzioni delittuose da parte di truffatori, per cui provvedevano ad informare telefonicamente i carabinieri della locale Tenenza Carabinieri. I militari, già in servizio di pattuglia per le vie del centro abitato, intervenivano tempestivamente individuando, nei pressi della banca, l’autovettura con all’interno i due truffatori che attendevano la vittima. Sottoposto il veicolo ad immediata perquisizione, venivano rinvenuti, oltre a 26 capi di abbigliamento, costituiti da giacche e giacconi in stoffa e similpelle, anche 3 coltelli a serramanico. Entrambi gli arrestati, condotti presso i locali della Tenenza di Floridia per le incombenze di rito, sono stati poi associati presso la Casa Circondariale “Cavadonna” di Siracusa.

(Fonte: Comando provinciale dei carabinieri di Siracusa)

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Il calcio che conta (storie dalle periferie del pallone)

Lontano dai riflettori della serie A, le storie e i profili più interessanti dalle squadre siciliane impegnate nei campionati minori

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×