Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Depuratori, il punto su situazione nell'Isola
Pierobon: «Criticità sono quasi tutte risolte»

Nel corso di un incontro tra l'assessore regionale dell'Energia e dei servizi di pubblica utilità Alberto Pierobon e il commissario straordinario Enrico Rolle, è stato fatto il punto su quelli già programmati

Redazione

Il governo Musumeci accelera sugli interventi che interessano gli impianti di depurazione dell'Isola per non incorrere nelle sanzioni previste dall'Unione europea. Nel corso di un incontro tra l'assessore regionale dell'Energia e dei servizi di pubblica utilità Alberto Pierobon e il commissario straordinario Enrico Rolle, è stato fatto il punto su quelli già programmati - circa un centinaio - e sulle criticità che ancora permangono.

«Sono state quasi tutte risolte», assicura l'assessore Pierobon. «Purtroppo - aggiunge - scontiamo anche in questo settore i ritardi del passato ma stiamo lavorando per recuperare il tempo perduto: 17 milioni di euro sono stati destinati a nuove progettazioni grazie alle quali potranno sbloccarsi lavori per un valore di circa 350 milioni».

Nel frattempo, così come è stato accertato durante il confronto con il commissario per la Depurazione, sono state avviate 30 gare per l'affidamento di servizi e dodici per l'esecuzione di lavori, per un totale di 130 milioni. «Alcune opere alle quali sono destinate ingenti risorse - spiega Pierobon - erano ferme da tempo e adesso sono in fase di sblocco: è il caso di Acireale dove, dei due impianti inizialmente previsti, ne verrà realizzato soltanto uno che servirà l'intero territorio. Via libera in vista anche per la zona compresa tra Terrasini, Cinisi e Carini».

Problemi di natura burocratica, come nel caso di Castellammare del Golfo e di Santa Flavia, e di natura tecnica - l'incompatibilità tra i sistemi informatici di ministero e Regione - hanno rallentato alcune procedure. «Intoppi - assicura l'assessore - che hanno creato disagi ma su cui stiamo intervenendo per mettere fine a una vicenda che si trascina ormai da troppo tempo».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Il calcio che conta (storie dalle periferie del pallone)

Lontano dai riflettori della serie A, le storie e i profili più interessanti dalle squadre siciliane impegnate nei campionati minori

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Trivelle, opportunità o pericolo?

È la regione più interessata alla ricerca e all'estrazione di gas e petrolio. Attività contro cui si batte il movimento No Triv

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×