Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Raffineria Milazzo, ad aprile processo per incendio 2014
Alla sbarra ci saranno direttore Maugeri e otto dipendenti

I legali che tutelano gli interessi della Ram si dicono soddisfatti per la decisione del gup di rigettare le richieste di costituzione di parte civile per i privati. Accolti invece i Comuni di Milazzo, San Pier Niceto, Monforte San Giorgio, Merì e Pace del Mela

Simona Arena

Foto di: alessandro motta

Foto di: alessandro motta

Comincerà il prossimo 12 aprile il processo per i nove indagati, tra dirigenti e funzionari, della Raffineria di Milazzo, per rispondere a vario titolo e gradi di responsabilità dell’accusa di disastro colposo per l’incendio avvenuto in un serbatoio dell’impianto industriale mamertino il 27 settembre 2014. Lo ha deciso il gup Salvatore Pugliese nell’udienza preliminare al tribunale di Barcellona. Si presenteranno davanti ai giudici l’attuale direttore Pietro Maugeri, che è stato rinviato a giudizio due settimane fa per le emissioni di gas dal 2009, e altri otto dipendenti della raffineria. Si tratta di Ignazio Arces, direttore tecnico, Antonio Buccarelli, responsabile del servizio di sicurezza, Vincenzo Gazzotti, responsabile di produzione, Natale Anastasi, responsabile reparto movimentazione, Andrea Antonio Venuto, capo reparto movimentazione, Alberto Scaglione, responsabile della manutenzione, Francesco Saitta, responsabile dell’unità Man2 del servizio di manutenzione, e Salvatore Carmelo Agnello, coordinatore area manutenzione reparto movimentazione.

L’incendio del serbatoio Tk-513 scoppiò durante la notte del 27 settembre del 2014 e andò avanti fino alle 10.30 provocando la dispersione nell'ambiente «di virgin naphta - scrive Pugliese nella richiesta di rinvio a giudizio - in misura non inferiore a 16mila tonnellate, sostanza altamente tossica per l’essere umano (irritazione cutanea, possibilità di mutagenicità delle cellule germinale, cancerogenicità, possibilità di danno alle vie respiratorie) e pericolosa per l’ambiente».

Il gup ha ammesso come parti civili le associazioni ambientaliste e i Comuni di Milazzo, San Pier Niceto, Monforte San Giorgio, Merì e Pace del Mela. Rigettata invece la richiesta di costituzione di parte civile avanzata da circa 150 cittadini della Valle del Mela assistiti dall’associazione Cad sociale attraverso i propri legali. Il presidente Giuseppe Marano in una nota ha affermato che «non discute la decisione assunta dal giudice anche se non la condivido». 

«Prendiamo atto, con soddisfazione, dell’accoglimento delle tesi difensive in relazione all’esclusione delle parti civili private e alla impossibilità di contestare contemporaneamente il reato di incendio e di disastro colposo - scrivono invece gli avvocati della Ram -. Per quanto concerne quest’ultima, residua, contestazione, siamo certi di poter dimostrare nel corso del dibattimento, e sulla base di dati oggettivi, l’inesistenza degli effetti descritti nel capo di imputazione».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Il calcio che conta (storie dalle periferie del pallone)

Lontano dai riflettori della serie A, le storie e i profili più interessanti dalle squadre siciliane impegnate nei campionati minori

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×