Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Basket, vittoria fondamentale per Agrigento
Nell’infrasettimanale ko Orlandina e Trapani

Turno infrasettimanale in A2, dove tra le siciliane a sorridere è soltanto la Fortitudo, che sbanca Legnano e consolida il piazzamento play off. Male i paladini, sconfitti sul parquet di Biella, e i granata che cadono a Casale

Luca Di Noto

Foto di: pagina Facebook Fortitudo Agrigento

Foto di: pagina Facebook Fortitudo Agrigento

Si è giocato il turno infrasettimanale che ha visto protagoniste le squadre siciliane della serie A2 maschile di basket.

Axpo Legnano-Fortitudo Agrigento 71-74 Terzo successo consecutivo, importantissimo per consolidare il piazzamento play off, per la squadra di coach Ciani che sbanca Legnano e si porta a quota 22 punti in classifica, agganciando Orlandina, Casale e Treviglio. I lombardi partono meglio, anche se il primo quarto si rivela effettivamente equilibrato. Si segna con una discreta continuità e con discrete percentuali da una parte e dall’altra, così dopo i primi dieci minuti il punteggio è di 21-18. Nella seconda frazione, i siciliani fanno la voce grossa con le giocate del capitano Evangelisti che con le sue triple consegna il momentaneo vantaggio alla Fortitudo. Legnano impatta a quota 24 con Serpilli e vola sul +6, Pepe e Cannon però la ribaltano nuovamente e consentono alla squadra ospite di arrivare al riposo lungo avanti per 37-42. Al rientro sul parquet la Fortitudo continua a dettare i ritmi, i padroni di casa provano a colpire in contropiede e trova il nuovo vantaggio con il canestro realizzato da Raffa. Agrigento però opera subito il controsorpasso con Pepe e alla terza sirena il tabellone segna 58-59. La gara è tiratissima e l’ultimo quarto è decisivo: la Fortitudo trova un parziale di 7-0 firmato Ambrosin-Cannon che consente ai siciliani di amministrare un discreto vantaggio. I biancazzurri però perdono Zilli per infortunio, Legnano prova a rientrare in partita ma Bell dalla lunetta firma il +8 ospite. I lombardi la riaprono con una tripla di Bortolani che firma il 71-74, poi nei secondi finali si sbaglia su entrambi i fronti e il punteggio non cambia più.

Edilnol Pallacanestro Biella-Benfapp Capo d’Orlando 96-75 Brutto scivolone esterno per la formazione allenata da coach Sodini, che resta in zona play off ma viene agganciata da altre dirette concorrenti. Paladini subito avanti con Parks e Triche, ma i piemontesi rispondono con Saccaggi, Harrell e Sims per il 7-6. Si procede a ritmi lenti, con il botta e risposta che va avanti per qualche minuto fino alla parità, a quota 14, di Triche. Laganà porta momentaneamente i biancazzurri avanti, ma la Edilnol risponde con Harrell, Stefanelli e Wheatle, chiudendo il primo quarto sul 23-21. La seconda frazione vede l’immediato pari siciliano con Lucarelli. Parks poi inchioda in contropiede, ma Videra e Sims rispondono per i padroni di casa. Tre bombe di Sims regalano il +4 alla Benfapp (34-38), vantaggio che però dura poco perché Biella opera il controsorpasso con Saccaggi. Gli ospiti però trovano i punti di Triche per il 41-45, poi un digiuno da parte dei siciliani consente ai piemontesi di trovare un parziale di 13-0 che vale il 54-45 a metà gara. Al rientro in campo, Biella continua nel suo parziale, arrivando presto al +13 (60-47). È qui che i siciliani cominciano a rispondere con Lucarelli, Triche e cinque punti consecutivi di Parks che valgono il 65-60, poi nuovo blackout tra i paladini e parziale dei biancorossi che volano sul 79-65 alla terza sirena. L’ultimo quarto vede il disperato tentativo della Benfapp di rientrare in partita, ma Biella sotto canestro non sbaglia più nulla e così gli ultimi cinque minuti sono sostanzialmente garbage time, con Vildera che la chiude sul definitivo 96-75.

Novipiù Casale Monferrato-2B Control Trapani 96-75 Brutto ko per la squadra di coach Parente che ancora una volta fallisce l’aggancio alla zona play off. Pinkins risponde subito a Renzi, poi Miaschi ne mette sette di fila e Cesana interrompe il parziale ospite per il momentaneo 9-13. I siciliani continuano a scappare, Clarke mette una tripla e Pullazi e Ayers trovano il canestro del momentaneo 11-20. La difesa granata comincia a concedere qualche spazio di troppo, i piemontesi realizzano punti con Martinoni, Musso e un gioco da tre dello stesso Martinoni, così si arriva alla prima sirena sul 24-29. I siciliani perdono qualche palla di troppo in avvio di secondo periodo e i padroni di casa ne approfittano per restare incollati al match. Il momento di difficoltà sembra interrotto dal canestro di Marulli e dal canestro di Pullazi (in lunetta), ma il solito Martinoni accorcia il gap. Casale arriva al pari a quota 38 con Cesana e poi riesce a scappare via con i punti di Denegri, Musso e Cesana. Per i granata è Mollura a interrompere l’emorragia, ma a metà gara il punteggio è di 53-42. Al rientro sul parquet, i piemontesi riprendono da dove avevano interrotto. Le triple di Tinsley e Cesana consentono alla Novipiù di mantenere la doppia cifra di vantaggio. I granata provano a rimontare con i punti di Clarke, Pullazi e Renzi, ma Denegri e Musso permettono ai padroni di casa di restare avanti. Trapani prova ad accorciare con Ayers e i liberi di Artioli e Mollura, ma alla terza sirena il tabellone segna 73-62. L’ultimo quarto vede Casale volare sul +17 (81-64). Parente chiama time out, ma Italiano mette una tripla che mette i titoli di coda al match e consegna la vittoria per 96-75 ai padroni di casa.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Il calcio che conta (storie dalle periferie del pallone)

Lontano dai riflettori della serie A, le storie e i profili più interessanti dalle squadre siciliane impegnate nei campionati minori

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Trivelle, opportunità o pericolo?

È la regione più interessata alla ricerca e all'estrazione di gas e petrolio. Attività contro cui si batte il movimento No Triv

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×