Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Sanità, fermi da oltre vent'anni 224 milioni di euro
Congelati al ministero 59 interventi sugli ospedali

Ci sono fondi statali che dal 1998 attendono di essere spesi sulle strutture sanitarie siciliane. Lo sblocco era stato dato per cosa fatta già un anno fa. La strada è in realtà ancora lunga: a febbraio il ministero dovrebbe vagliare il piano programmatico della Regione

Luisa Santangelo

Il ventesimo compleanno lo hanno già compiuto e adesso si accingono a festeggiare il ventunesimo. Sono i 224 milioni di euro che, dal 1998, aspettano di essere spesi per gli ospedali siciliani. Non solo opere strutturali, ma anche acquisti di macchinari e adeguamenti tecnologici: in totale si tratta di 59 interventi, che la Regione Siciliana aveva annunciato (un anno fa) di avere finalmente sbloccato dopo un ventennio d'attesa. Soltanto che, a ben guardare, dei fondi ancora non si sente parlare. Tanto che gli uffici tecnici di aziende sanitarie provinciali e ospedaliere, alla specifica domanda, rispondono spesso facendo spallucce: «Quanti milioni?». A ripercorrere la storia, poi, la memoria torna a molti. E qualcuno, lapidario, liquida la questione con una battuta amara: «Aspettiamo di festeggiare i trent'anni senza vederli». L'argomento è un documento che transita negli uffici di Palermo sotto il nome di Addendum all'accordo di programma con il ministero della Sanità. Nella pratica si tratta di un elenco di migliorie negli ospedali di tutte le province siciliane. Alcune, soprattutto alla luce della rete ospedaliera, tornano attualissime: per esempio quelle che prevedono l'adeguamento strutturale, per quattro milioni e mezzo di euro, dell'ospedale di Giarre (in provincia di Catania), che dovrebbe riavere presto il suo pronto soccorso.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×