Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Mafia dei pascoli, le risposte dello Stato alle cosche
Dal portare via vacche sacre alla gestione pubblica

Si è conclusa da poco l'audizione in commissione regionale antimafia del sindaco di Troina, Fabio Venezia, che nei giorni scorsi ha denunciato la presenza di animali nei terreni tolte ad aziende agricole accusate di essere vicino ai clan

Simone Olivelli

Portare via le vacche sacre dai Nebrodi e dare la possibilità ai Comuni di gestire imprenditorialmente i terreni demaniali sottratti alle imprese in odor di mafia. Si muove su queste due direttrici la risposta nei confronti di quanto da mesi starebbe succedendo tra i pascoli dell'entroterra ennese. Il caso è venuto fuori con la denuncia del sindaco di Troina Fabio Venezia, oggi in commissione regionale antimafia per parlare di quello che ha definito «un nuovo attacco allo Stato», dopo i provvedimenti che negli anni passati sono stati disposti dalle prefetture nei confronti di quelle aziende agricole accusate di essere permeabili alla criminalità organizzata. Per Venezia, che da pochi minuti ha concluso la propria audizione, gli stessi allevatori ritenuti vicini ai clan, continuerebbero a fare pascolare i propri animali sfruttando alcuni prestanome.

A tal proposito, stamattina si è tenuta una riunione alla prefettura di Messina, a cui hanno preso parte anche i rappresentanti provinciali delle forze dell'ordine. Dal confronto sarebbe emersa la volontà di mandare un messaggio forte a chi crede di potere farsi beffa delle decisioni in tema di antimafia. Ed è in tale ottica che intervenire direttamente sugli animali sarebbe la mossa più immediata. I dettagli di tale operazione al momento non si conoscono. In passato ad affrontare il problema delle vacche sacre - in modo drastico e non senza innescare polemiche - era stato l'allora prefetto di Reggio Calabria Claudio Sammartino, oggi prefetto a Catania: Sammartino, nel 2015, ordinò l'abbattimento degli animali riconducibili ai clan, esemplari che si aggiravano per campi e paesi portando in giro il peso delle 'ndrine. In Calabria, quello delle vacche sacre è un fenomeno che affonda le radici negli anni Ottanta e che non è stato esente da fatti di sangue.

Come detto, però, in ballo ci sarebbe un'altra proposta che chiamerebbe in causa anche la parte politica. L'argomento ha trovato posto anche nell'audizione di oggi di Venezia. L'idea sarebbe semplice: permettere ai Comuni di formare società a partecipazione pubblica che si occupino direttamente della gestione dei terreni demaniali, specialmente quelli tolti alle aziende raggiunte da interdittiva. Per fare sì che il progetto possa avere un futuro ci sarebbe però la necessità che anche il pubblico possa accedere ai fondi dell'Agea, l'agenzia per le erogazioni in agricoltura. A riguardo Venezia ha consegnato oggi nelle mani del presidente della commissione, Claudio Fava, un emendamento alla normativa nazionale.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.