Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Trapani-Vibonese 2-1, la vittoria arriva in rimonta
I granata sono secondi da soli, staccato il Catania

La squadra di Italiano passa in svantaggio in avvio di ripresa, ma reagisce prontamente con un rigore trasformato da Nzola e con il gol di Toscano nel finale. I granata continuano la rincorsa alla capolista Juve Stabia

Luca Di Noto

Inizia col piede giusto il 2019 del Trapani che nella gara d’esordio del nuovo anno si impone in rimonta sulla Vibonese, conquistando tre punti pesantissimi. Il successo odierno, infatti, consente ai granata di staccare il Catania (sconfitto nel derby a Siracusa) al secondo posto e di portarsi a quota 40 punti, continuando la rincorsa a una Juve Stabia che continua a vincere (0-4 sul campo della Viterbese). Vittoria importante dei siciliani viste anche le voci riguardanti l’imminente cessione societaria.

La squadra di casa cerca sin dai primi minuti di costruire gioco e di proporsi in avanti. Tanta imprecisione nel primo quarto d’ora da entrambe le parti anche se al 10’ i granata si affacciano in avanti con un cross di Fedato, respinto da Tito, e tre minuti più tardi i rossoblu rispondono con una conclusione di Taurino che Dini manda in corner. Granata ancora pericolosi al 22’ con il nuovo arrivato Fedato che sugli sviluppi di un corner si trova a tu per tu con Mengoni, il quale è bravo a salvare in angolo sul pallonetto dell’esterno. I siciliani provano il forcing, stazionando stabilmente nella metà campo avversaria, ma alla mezz’ora è ancora la Vibonese, in due occasioni, a rendersi pericolosa prima con Taurino (Dini respinge in corner) e poi con Finizio il cui tiro però è debole. La gara è piacevole, ma a entrambe le squadre manca l’ultimo passaggio e così le occasioni da rete vere e proprie latitano un po’. Il risultato, inevitabile, è che si vada al riposo a reti inviolate.

In avvio di ripresa, esordio in granata per Franco, che prende il posto di Scrugli. Siciliani subito pericolosi con Ferretti, ma Mengoni si fa trovare pronto. Gli ospiti però rispondono subito affacciandosi in avanti prima con Obodo, conclusione alta, e poi con Melillo che conclude sul fondo dopo un coast to coast di Finizio. Italiano inserisce anche Nzola, ma i calabresi prima si rendono pericolosi con Bubas che impegna Dini e poi, con lo stesso attaccante, si portano avanti: perde palla Aloi, Scaccabarozzi recupera la sfera e serve proprio Bubas che da buona posizione non può sbagliare. I granata provano a reagire e riescono a trovare il pareggio al 66’ quando Nzola prima conquista (fallo di Obodo ai suoi danni) e poi trasforma un calcio di rigore. Lo stesso attaccante, poco dopo, prova un colpo di testa in tuffo ma viene pescato in posizione di fuorigioco. 

I siciliani a questo punto cercano la vittoria, Nzola cerca Costa Ferreira che conclude di poco a lato. Sul capovolgimento di fronte, pericoloso Bubas che però ignora Finizio, piazzato meglio, e la sua conclusione viene respinta dalla difesa. All’83’, Trapani in vantaggio: sugli sviluppi di un corner, la palla finisce sui piedi di Toscano che tira di prima intenzione e il suo diagonale si insacca alle spalle di Mengoni, facendosi anche male in occasione della conclusione. Vibonese pericolosissima nel finale, ma Mulé evita il peggio su un’iniziativa degli attaccanti ospiti, così a festeggiare i tre punti sono i siciliani.

Il tabellino

Trapani (4-3-3): Dini; Scrugli (46' Franco), Pagliarulo, Mulè, Costa Ferreira; Aloi (64' Garufo), Toscano, Corapi; Ferretti (57' Nzola), Evacuo, Fedato (81' Dambros). A disp.: Kucich, Ferrara, Lomolino, Garufo, Girasole, D'Angelo. All. Italiano

Vibonese (4-3-2-1): Mengoni; Finizio (88' Cani), Silvestri, Camilleri, Tito; Collodel (89' Ciotti), Obodo, Scaccabarozzi; Melillo (71' Altobello), Taurino; Bubas. A disp.: Zampaglione, Carrozza, Franchino, Maciucca, Malberti, Raso. All. Orlandi.

Arbitro: Marco D'Ascanio di Ancona (Assante-Notarangelo).

Marcatori: 58' Bubas, 66' rig. Nzola, 83' Toscano

Note: Ammoniti: Melillo, Obodo (V), Nzola (T)

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Il calcio che conta (storie dalle periferie del pallone)

Lontano dai riflettori della serie A, le storie e i profili più interessanti dalle squadre siciliane impegnate nei campionati minori

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Trivelle, opportunità o pericolo?

È la regione più interessata alla ricerca e all'estrazione di gas e petrolio. Attività contro cui si batte il movimento No Triv

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×