Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Gela, spedizione punitiva contro il fidanzato dell'ex
Preso a colpi di martello, arrestati padre e figlio

La violenta aggressione è avvenuta a luglio, quando i due - Giuseppe e Simone Rinelli - avrebbero atteso sotto casa un giovane, finito all'ospedale in prognosi riservata. Adesso, a distanza di sei mesi, la svolta nelle indagini

Redazione

Per motivi passionali, un giovane di Gela, spalleggiato dal padre, nello scorso mese di luglio, avrebbe aggredito selvaggiamente, a colpi di martello, un coetaneo che aveva "osato" fidanzarsi con la sua ex compagna. 

A distanza di sei mesi da quella spedizione punitiva i carabinieri hanno identificato e arrestato i presunti autori dell'aggressione, eseguendo un ordine di custodia cautelare in carcere, con l'accusa di tentativo di omicidio, emesso dal Gip del tribunale su richiesta dei pm Fernando Asaro e Mario Calabrese. 

Gli arrestati sono Giuseppe e Simone Rinelli, di 58 e 27 anni, padre e figlio, entrambi con numerosi precedenti penali. La sera del 24 luglio avrebbero atteso la vittima in via Ferrara, una strada del quartiere Rabbateddru, nel centro storico gelese, e l'avrebbero picchiata con ferocia in varie parti del corpo causandole lesioni multiple ed in particolare fratture multiple alle ossa del cranio. Il malcapitato ha rischiato anche di perdere un occhio. I medici dell'ospedale Vittorio Emanuele di Gela lo ricoverarono in corsia con prognosi riservata. 

Superata la fase critica, il giovane ha collaborato attivamente con i carabinieri che stavano indagando sull'episodio. Ad accusare i Rinelli ci sarebbero anche altre testimonianze, intercettazioni ambientali e immagini di videocamere di sicurezza private acquisite dagli inquirenti. Nel corso di una perquisizione domiciliare nell'abitazione dei due arrestati, i militari hanno sequestrato coltelli, bastoni e un martello da fabbro come quello usato nell'aggressione.

(Fonte: Ansa)

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×