Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Basket, vittoria e terzo posto per Orlandina e Ragusa
Sconfitte brucianti per Fortitudo Agrigento e Trapani

I paladini si impongono su Siena e si portano al terzo posto agganciando tra le altre Agrigento, sconfitta in casa dalla capolista Virtus Roma. Trapani perde a Biella e resta a +2 dai play out, mentre nel femminile continua la risalita delle iblee

Luca Di Noto

Foto di: pagina Facebook Orlandina Basket

Foto di: pagina Facebook Orlandina Basket

Si sono giocate le gare che hanno visto protagoniste le squadre siciliane di basket.

Serie A2
Benfapp Capo d’Orlando-ON Sharing Mens Sana Siena 93-78
Vittoria e terzo posto per l’Orlandina di coach Sodini, che si porta a quota 14 punti agganciando Casale, Leonis Roma, Agrigento, Biella e Rieti. I siciliani si impongono su Siena con una prova decisa e una prestazione monstre soprattutto di Parks e Triche. Morais risponde a Bruttini in avvio, poi Parks comincia il suo show personale anche se Pacher e Morais portano avanti i toscani con due triple, ma i paladini trovano i punti di Parks, Triche, Bellan e Lucarelli per il nuovo vantaggio siciliano alla prima sirena, 26-20. Nel secondo periodo, la Mens Sana si riporta a contatto, ma la risposta di Capo d’Orlando è decisa grazie a un parziale di 14-0 che porta i biancazzurri sul 40-24. I biancoverdi interrompono il digiuno con Pacher, ma la Benfapp vola addirittura sul +17 prima che gli ospiti riducano le distanze con le triple di Lupusor e Marino che valgono il 49-39 all’intervallo lungo. Al rientro sul parquet, Siena riduce ancora il gap anche se il punteggio è un elastico e l’Orlandina scappa nuovamente sul +13. I toscani però non ci stanno e trovano un break di dieci punti che vale il momentaneo 61-58, poi Triche sblocca i suoi e alla terza sirena il punteggio è di 66-61. Nell’ultimo quarto la gara è aperta a qualunque esito, Sanguinetti tiene i toscani ancora attaccati ma i punti di Lucarelli, Parks e Bellan consentono ai siciliani di spiccare il volo e volare sul +15, distanza mantenuta anche alla sirena finale, 93-78.

Edilnol Pallacanestro Biella-2B Control Trapani 84-76 Brutta sconfitta per la formazione granata, che resta così ancorata a quota 10 punti e mantiene due lunghezze di vantaggio sulla zona play out e sul terzultimo posto, occupato al momento da Tortona. Primo canestro di Pullazi, poi Sims e Wheatle rispondono per i toscani anche se i siciliani restano attaccati e vanno avanti con Clarke. La Edilnol è in difficoltà, ma i padroni di casa al primo riposo sono in vantaggio di tre punti, 24-21. Nella seconda frazione, Sims detta legge a rimbalzo e i piemontesi vanno anche sul +10, anche se prima dell’intervallo lungo una tripla di Clarke riporta la 2B Control a soli due possessi di distanza, 45-41. Al rientro in campo, le due squadre mettono in campo tutta la loro energia e si caricano di falli, anche se Trapani resta praticamente sempre in partita, tanto che alla terza sirena Biella resta con il naso avanti ma soltanto di sei punti, 63-57 al 30’. I granata annullano praticamente lo svantaggio all’inizio dell’ultimo quarto e vanno addirittura in vantaggio di un punto. Il vantaggio siciliano dura però poco, infatti Saccaggi e Harrell trovano punti fondamentali per la Edilnol che, con un parziale di 8-0, porta la partita a casa.

Fortitudo Agrigento-Virtus Roma 83-87 Non basta un’ottima prova alla squadra di coach Ciani per avere la meglio sui capitolini, alla fine la capolista riesce comunque a espugnare il PalaMoncada. Ritmi alti e tanta fisicità già nel primo quarto, con i biancazzurri che trovano punti pesanti soprattutto con Ambrosin, anche se gli ospiti fanno della compattezza il loro punto di forza. Non bastano neanche i canestri di Bell e Pepe, Roma alla prima sirena conduce per 16-24. Nella seconda frazione, Sousa risponde subito ad Alibegovic, le distanze rimangono invariate fin quando Pepe, Cannon e Bell non riducono il gap sul 28-32, mentre poi è Fondana a firmare la tripla del -1. La Virtus però resta avanti grazie a Chessa, anche se Sousa tiene i suoi a distanza ridotta: a metà gara il tabellone segna 43-49. Al rientro sul parquet, Sims risponde al canestro di Sousa, ma Agrigento non molla e si porta anche in vantaggio con Pepe. Il vantaggio però dura poco e Sandri riporta avanti i suoi anche se la Fortitudo è ancora pienamente in partita grazie ai punti di Cannon, 62-65 alla terza sirena. L’ultimo quarto si apre con un tentativo di Bell che finisce sul ferro, Alibegovic trova invece il +5 per i laziali. La Virtus allunga con Moore e Landi sul 64-73, però Ambrosin interrompe l’emorragia di punti per i siciliani anche se i biancazzurri riescono soltanto a ridurre le distanze senza riportarsi in vantaggio. Alla fine trionfa Roma per 83-87.

Serie A1 femminile
Passalacqua Ragusa-Dike Basket Napoli 63-61
Successo importantissimo, al fotofinish, per la squadra iblea che batte una rivale pericolosa e si porta al terzo posto in classifica, a due lunghezze da Schio e a sei dalla capolista Venezia. La gara si gioca punto a punto, la sfida è molto equilibrata e nessuna delle due squadre riesce a scappare, tanto che le partenopee conducono dopo il primo quarto per 18-20. Nella seconda frazione le iblee trovano una reazione d’orgoglio e tornano in vantaggio, arrivando a metà gara sul 34-29. I cinque punti di vantaggio, però, sono lentamente risucchiate dalle campane nel corso del terzo periodo grazie a Williams e Pastore e alla terza sirena la Passalacqua è ancora in vantaggio ma di una sola lunghezza, 49-48. L’ultimo quarto è molto combattuto, la gara continua a giocarsi ancora punto a punto e le biancoverdi sono decise a portarla a casa. E l’episodio decisivo arriva a due secondi dal termine, quando Consolini trova l’ex di turno, Jillian Harmon, che trova un tiro da due che decide la contesa. Tra le ragusane doppia cifra proprio per Harmon, Consolini (14 punti), Hamby (10) e Kuster con 21.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×