Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Niente borsa di studio per l'allieva da 99 su 100
Presenta ricorso e Tar riconvoca la commissione

Il caso è avvenuto al liceo classico La Farina di Messina, dove a sostenere la giovane Arianna Caruso, oltre ai genitori, è stata la preside Pucci Prestipino. La difesa della studentessa contestava i parametri adottati dalla commissione esaminatrice

Simona Arena

«Valutazione illegittima». Questa la decisione del Tar di Catania che dà ragione ad Arianna Caruso, la studentessa del liceo classico di Messina La Farina che agli ultimi esami di Stato aveva ottenuto un punteggio di 99 su 100. Un punteggio che le ha impedito di accedere a un concorso e di avere vitto e alloggio pagato per potersi mantenere gli studi in una delle più prestigiose università di Roma. Ma Arianna non si è arresa e ha fatto ricorso al Tar. Contestando un vizio di legittimità nell’applicazione della griglia di valutazione utilizzata per stabilire il voto finale. 

A sostenerla in questa battaglia, oltre ai genitori, anche la preside dell’Istituto di via Oratorio della Pace, Pucci Prestipino che da subito ha appoggiato la tesi della ragazza che durante i cinque anni si era distinta per rendimento scolastico. Alla base del ricorso, presentato dai legali Nicola Bozzo e Antonio Pracanica, c’era la contestazione dei parametri adottati dalla commissione d’esame, diversi da quelli stabiliti dal liceo stesso. Il Tar oltre a pronunciarsi sul ricorso si è definitivamente pronunciato nel merito attraverso una sentenza breve e accolto integralmente l’istanza della giovanissima studentessa annullando la valutazione fatta dalla commissione in quanto «viziata da indizi di arbitrarietà e illogicità»

Ma non solo, il tribunale amministrativo ha anche disposto la riconvocazione della commissione per determinare nuovamente il giudizio sulla ragazza e ha ordinato che la nuova indicazione di voto si compia utilizzando la griglia di valutazione proposta dalla scuola. «Sono contenta e soddisfatta - dice Arianna, che si è iscritta al corso di laurea in Giurisprudenza a Messina - questa nuova votazione mi servirà per il futuro. Il prossimo anno proverò ad entrare alla Luiss».

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×