Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Autorità portuale, Tar boccia Catania e tentativi Pd
La sede resta ad Augusta, Bianco-Crocetta smentiti

Il tribunale amministrativo si è nuovamente espresso a favore del porto siracusano. Per due anni la scelta è stata contesa, l'ex sindaco del capoluogo etneo e l'ex presidente della Regione hanno cercato di cambiare la decisione iniziale

Redazione

Foto di: Gianmarco Catalano

Foto di: Gianmarco Catalano

La sede dell'Autorità di sistema portuale della Sicilia orientale torna definitivamente ad Augusta. Lo ha sancito il Tar Sicilia chiudendo così una vicenda che ha visto contrapposti per quasi due anni i porti di Catania e Augusta. 

La terza sezione del Tar, presieduta dal giudice Daniele Burzichelli, ha accolto il ricorso di Assoporto Augusta che aveva impugnato il decreto del ministero delle Infrastrutture, a suo tempo guidato da Graziano Delrio, che individuava anche nel porto di Catania la sede dell'Authority, stabilendo una sorta di alternanza biennale col porto megarese. 

Anche l'avvocatura dello Stato aveva chiesto la cessazione della materia del contendere allegando, a supporto, "una nuova attestazione del ministero delle Infrastrutture: dichiarava che l'individuazione del porto di Catania avrebbe avuto solo carattere meramente transitorio. E, pertanto, l'intento dell'attuale governo e' di mantenere la sede laddove era stata individuata nel precedente decreto, vale a dire ad Augusta". 

Il tentativo di istituire Catania come sede dell'autorità portuale è stato voluto con forza dal sindaco precedente Enzo Bianco e dal presidente della Regione Rosario Crocetta che inviò una lettera al ministro Delrio chiedendo che la scelta cadesse sul capoluogo etneo. Una campagna contro cui si mobilitò il mondo produttivo di Augusta e che già una prima volta era stata bocciata dal Tar. Adesso la nuova pronuncia che boccia Catania, inferiore ad Augusta per traffico merci e dimensione dell'infrastruttura.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Partecipa al sondaggio

e ricevi gratuitamente un nostro eBook

Considerato che MeridioNews non gode di contributi pubblici, quanto saresti disposto a pagare al mese per leggerlo?

Non pagherei 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Vorremmo inoltre non dipendere dagli inserzionisti. Quanto saresti disposto ad aggiungere per leggere MeridioNews senza pubblicità?

Niente, terrei la pubblicità 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Grazie per aver partecipato al sondaggio

Voglio ricevere l'eBook

Non voglio ricevere l'eBook

Inserisci la tua Email