Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Trapani-Viterbese: 2-2, pari arriva in rimonta
Per i granata decisiva la doppietta di Evacuo

I siciliani vanno sotto nella prima frazione di gioco con una doppietta firmata dall’ex Polidori. Nella ripresa arriva la scelta vincente del mister Italiano: fuori Nzola e dentro l'attaccante che trova due reti in dieci minuti

Luca Di Noto

Foto di: sito ufficiale Trapani Calcio

Foto di: sito ufficiale Trapani Calcio

Considerando come si era messa, il pari è un buon risultato. Il Trapani esce indenne dal Rocchi e pareggia 2-2, in rimonta, contro la Viterbese. Una gara in cui i granata hanno dovuto crederci fino alla fine, con i laziali avanti di due gol dopo il primo tempo e i siciliani bravi a rimontare nella ripresa dopo l’ingresso di Evacuo per uno spento Zola. Un pareggio che consente alla squadra di mister Italiano di portarsi a quota 26 punti in classifica confermando il terzo posto e portando la striscia di risultati utili a quattro partite.

Pronti via e i gialloblu, oggi in completo nero per celebrare i 110 anni di storia del club, passano in vantaggio: è il 7’, infatti, quando la Viterbese passa con un gol confezionato da due ex: Pacilli approfitta di un errore di Mulé e mette in mezzo dove Polidori, di testa, trafigge Dini. I granata non riescono a reagire, i laziali vanno vicini al raddoppio con Pacilli. La squadra di Italiano si scuote solo in due occasioni: al 21’ con un tentativo di Tulli bloccato centralmente da Forte e al 35’ con una conclusione da fuori di Taugourdeau che termina di poco a lato. La scossa però non arriva e al 42’ ecco il raddoppio dei padroni di casa ancora con Polidori, su assist di Vandeputte, dopo un errore difensivo dei granata. Si va al riposo sul 2-0.

Nella ripresa, doppio cambio per mister Italiano: dentro Silva e Toscano per Mulé e Scrugli. Proprio Toscano prova a servire Golfo che colpisce di testa e impegna Forte. Si fa vedere anche Nzola, il cui destro è troppo debole: la sua prova è opaca e mister Italiano opta per la sostituzione con Evacuo. Ed è proprio l’attaccante granata, dopo un’occasione per i locali con Vandeputte, a dimostrarsi decisivo: prima impegna Forte con un colpo di testa, poi quando il cronometro segna l’80’, accorcia le distanze approfittando di un intervento non proprio perfetto del portiere gialloblu. Evacuo fa il bis minuti più tardi, quando di testa gonfia ancora la rete (anche qui Forte è da rivedere). In pieno recupero, occasione con Palermo per i laziali, ma il calciatore con colpisce bene. Non accade più nulla e così al triplice fischio è 2-2.

Viterbese (4-3-2-1): Forte; De Giorgi, Atanasov, Sini, De Vito; Damiani, Cenciarelli (87' Perri), Baldassin; Pacilli (76' Palermo), Vandeputte (75' Messina); Polidori (50' Roberti). A disp.: Micheli, Schaeper, Rinaldi, Milillo, Otranto, Bismark, Molinaro. All. Sottili.

Trapani (4-3-3): Dini; Girasole (73' Aloi), Pagliarulo, Mulè (46' Silva), Scrugli (46' Toscano); Costa Ferreira, Taugourdeu, Corapi; Tulli (87' Dambros), Nzola (70' Evacuo), Golfo. A disp.: Ingrassia, Kucich, Scognamillo, Garufo, D’Angelo. All. Italiano.

Arbitro: Amabile di Vicenza (Parrella-Mansi).

Marcatori: 7', 42' Polidori, 80', 87' Evacuo

Note: Ammoniti: Mulè, Costa Ferreira (T), De Vito (V)

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Partecipa al sondaggio

e ricevi gratuitamente un nostro eBook

Considerato che MeridioNews non gode di contributi pubblici, quanto saresti disposto a pagare al mese per leggerlo?

Non pagherei 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Vorremmo inoltre non dipendere dagli inserzionisti. Quanto saresti disposto ad aggiungere per leggere MeridioNews senza pubblicità?

Niente, terrei la pubblicità 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Grazie per aver partecipato al sondaggio

Voglio ricevere l'eBook

Non voglio ricevere l'eBook

Inserisci la tua Email