Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Realmonte, spari fuori dalla villetta del sindaco Zicari
Dopo Casteldaccia intensificata la lotta all'abusivismo

Quattro colpi di pistola hanno rotto i vetri di una delle auto posteggiate nel cortile interno. «La causa non può che derivare dall'attività amministrativa». Nelle ultime settimane, su richiesta della Procura, è partita una ricognizione degli immobili a rischio

Salvo Catalano

«Erano le due e mezzo di notte e dormivo con mia moglie, quando sono stato svegliato da alcuni colpi di arma da fuoco». Lillo Zicari, sindaco di Realmonte, nell'Agrigentino, dice di non aver mai ricevuto minacce, lettere o avvertimenti, ma nella notte tra giovedì 15 e venerdì 16 novembre qualcuno ha sparato quattro colpi di pistola contro una delle auto parcheggiate nel cortile interno della sua villetta. I proiettili hanno rotto entrambi i vetri della Panda intestata alla moglie, dipendente del Comune di Porto Empedocle. «Era l'auto più vicina al cancello d'ingresso», spiega il primo cittadino a MeridioNews.

Indagini sono in corso da parte dei carabinieri per risalire all'autore del gesto e stamattina Zicari è stato ricevuto dal prefetto Dario Caputo, alla presenza del questore Maurizio Auriemma e dei vertici provinciali dell'Arma e della Guardia di finanza, che hanno espresso, insieme a tutti i sindaci del territorio, massima solidarietà. 

Il primo cittadino esclude che l'intimidazione possa essere legata a vicende relative alla sua vita personale. Ma trova complicato anche rintracciare possibili cause nell'attività amministrativa. «Eppure - afferma - l'episodio non può che derivare da lì». 

Dieci giorni fa, dopo la strage di Casteldaccia, il procuratore capo di Agrigento Luigi Patronaggio ha chiesto a tutti i Comuni della provincia di effettuare un censimento dei casi di abusivismo entro un mese. «Occorre procedere - ha scritto - ad una urgente ricognizione degli immobili abusivi ricadenti entro la fascia di 150 metri dai corsi d'acqua o costruiti in spregio dei vincoli idrogeologici, per avviare con la massima celerità le demolizioni». E ha chiesto di dare «immediato riscontro e riferire entro 30 giorni sullo stato delle procedure di demolizione con particolare riguardo agli immobili abusivi realizzati in spregio dei vincoli idrogeologici».

Dopo quella lettera, anche a Realmonte è partita la ricognizione, affidata all'ufficio tecnico. «Stiamo intensificando la lotta all'abusivismo come ci è stato sollecitato - spiega il sindaco - e stiamo partendo dalle zone a rischio idrogeologico. Ma siamo ancora in una fase embrionale, non ci sono stati nemmeno sopralluoghi». Spettera ai carabinieri capire se l'intimidazione sia in qualche modo legata a questa attività.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Partecipa al sondaggio

e ricevi gratuitamente un nostro eBook

Considerato che MeridioNews non gode di contributi pubblici, quanto saresti disposto a pagare al mese per leggerlo?

Non pagherei 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Vorremmo inoltre non dipendere dagli inserzionisti. Quanto saresti disposto ad aggiungere per leggere MeridioNews senza pubblicità?

Niente, terrei la pubblicità 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Grazie per aver partecipato al sondaggio

Voglio ricevere l'eBook

Non voglio ricevere l'eBook

Inserisci la tua Email