Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Maltempo nell'Agrigentino, esonda un altro torrente
Tetti scoperchiati per il vento e case a rischio crollo

Continua l'emergenza nella costa meridionale della Sicilia. Le più colpite Palma di Montechiaro e Sciacca, dove, dopo il Cansalamone, è esondato un altro torrente invadendo i pianterreni della case. Guarda le foto

Redazione

Una decina di alberi secolari sradicati, che hanno interrotto la circolazione stradale in centro urbano, almeno cinque abitazioni con tetti scoperchiati e montagne di detriti su strade comunali e provinciali, fili elettrici tranciati e penzolanti e abitazioni allagate. L'ondata di maltempo che da ieri s'è abbattuta sull'Agrigentino sta creando pesanti danni a Palma di Montechiaro, dove ci sono anche alcune case a rischio crollo e dove l'asfalto è ormai inesistente in molti quartieri. Distrutte, a causa delle forti raffiche di vento e dalla pioggia, insegne commerciali e segnaletica stradale. 

A coordinare i soccorsi è il sindaco Stefano Castellino. In campo, c'è la polizia municipale, l'ufficio di Protezione civile, i volontari I falchi, ma anche i vigili del fuoco di Licata e di Agrigento, i tecnici dell'Enel e tutte le forze dell'ordine. La polizia di Agrigento, cercando di fare in fretta ed evitando incidenti stradali, ha ripulito la statale 115, che collega Agrigento con Licata passando da Palma di Montechiaro, dai cumuli di detriti e fango che sono finiti sulla carreggiata.

Ancora pioggia torrenziale pure a Sciacca dove, dopo il Cansalamone, nel pomeriggio è esondato un altro torrente, il Foce di Mezzo, che passa nella località balneare di contrada Foggia. Strade e viali invasi dall'acqua, scantinati e pianterreni completamente allagati. Il forte vento che sta caratterizzando il temporale tuttora in corso a Sciacca ha anche divelto i cavi dell'alta tensione in contrada Cutrone. I fili si sono adagiati sulla sede stradale, generando una situazione particolarmente rischiosa per l'incolumità  pubblica. La sistemazione dei cavi, resa difficile dalla scarsa visibilità, è in corso

(Fonte: Ansa)

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

La Sicilia dove l'acqua è un lusso

L'emergenza Messina è solo la punta dell'iceberg di un'Isola assetata: da Gela ad Agrigento. Dove fiorisce il mercato nero

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×