Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

L'Argimusco al centro del congresso sui siti archeologici
Altipiano verso la candidatura a Patrimonio dell'Umanità

Il meeting del comitato internazionale per la gestione del patrimonio archeologico si terrà a Montalbano Elicona. «Le delegazioni straniere sono rimaste affascinate», spiega a MeridioNews il presidente dell'istituto di Archeoastronomia siciliana Andrea Orlando

Michela Costa

Foto di: Emilio Messina

Foto di: Emilio Messina

Professionisti e ricercatori del panorama mondiale culturale, archeologico, storico, turistico e ambientale, esponenti di università ed enti di ricerca italiani e stranieri, rappresentanti di istituzioni italiane e internazionali, studiosi provenienti da ogni continente. Per la prima volta in Sicilia, nel borgo medievale di Montalbano Elicona, in provincia di Messina, si terrà il congresso Icahm 2018 - International scientific committee on archaeological heritage management (il comitato scientifico internazionale per la gestione del patrimonio archeologico). L'evento, che si terrà dal 25 al 28 ottobre, è organizzato ogni anno dall'Icomos - International council on monuments and sites (il Consiglio internazionale dei monumenti e dei siti), organo scientifico della commissione Unesco che si occupa della valutazione di tutte le nomine alla World heritage list

Come si intuisce dal titolo dell'edizione di quest'anno, Discover Sicily’s Argimusco - a holistic approach to heritage management, i riflettori di tutti i Paesi del mondo saranno puntati sull'altipiano dell’Argimusco, sito di elevato pregio dal punto di vista archeologico, astronomico e antropologico, situato a ridosso della riserva naturale del bosco di Malabotta, nel cuore del Parco dei Nebrodi nel territorio di Montalbano Elicona. In linea con crescente interesse che, negli ultimi anni, si è registrato nei confronti dell'Argimusco, nell'ottica di una valorizzazione e maggiore comprensione della storia del sito.

Ciò soprattutto grazie all'attività scientifica e di divulgazione promossa da Andrea Orlando, dottore di ricerca in astrofisica nucleare, presidente dell'istituto di Archeoastronomia siciliana e componente del comitato scientifico del meeting. Proprio in seguito alla pubblicazione, nel 2017, di uno studio di archeoastronomia da parte di Orlando, si è reso sempre più evidente il valore culturale del sito e, quindi, l'urgente necessità di un approccio scientifico che lo tuteli garantendone una corretta e consapevole fruizione. 

«Il percorso è ancora lungo ma la presenza, a Montalbano Elicona, di quest'importantissimo convegno potrebbe essere il primo passo per l'iscrizione del sito dell'Argimusco nella Tentative list dell'Unesco, un elenco di siti le cui caratteristiche sono idonee per la candidatura a Patrimonio dell'Umanità - spiega a MeridioNews il dottor Orlando - Infatti, non a caso, la maggior parte dei siti entrati a far parte della prestigiosa World heritage list, ha ospitato un meeting Icomos che li ha valutati» continua Orlando. La scelta di realizzare in Sicilia il proprio meeting annuale è stata fortemente sostenuta dal dottor Ray Bondin, delegato della commissione Unesco di Malta, che da tanti anni si occupa di valorizzazione e tutela di beni culturali siciliani

«Non si tratta di un momento importante solo per il paese di Montalbano Elicona, ma per tutto il territorio tindaritano-abacenino che coinvolge i borghi di Tripi, Novara di Sicilia, San Piero Patti fino ad arrivare a Tindari, un territorio quindi molto vasto - spiega Orlando - Oltre l'incredibile bellezza del luogo e il suo valore geologico e archeologico, bisogna anche considerare la vicinanza dell'Argimusco al Bosco di Malabotta e le conseguenti ricadute positive di valorizzazione del territorio che coinvolgerebbero anche la riserva naturale. Dopo il primo sopralluogo - aggiunge - le delegazioni straniere sono rimaste affascinate e si sono subito mostrate interessate a effettuare altri studi e sopralluoghi nell'area». 

Il congresso ha diverse sezioni oltre al tema principale che è focalizzato sull'Argimusco. Un momento di particolare interesse è dedicato al Community engagement session, uno spazio in cui la comunità locale sarà coinvolta con una serie di dibattiti e confronti in modo da far prendere coscienza agli abitanti del luogo di quanto sia importante il patrimonio culturale che possiedono

Importante appuntamento durante il meeting sarà il Fieldwork Day del 24 ottobre quando, per la prima volta sulle rocce dell'Argimusco, verranno testate una serie di tecniche di analisi non invasive usate nelle indagini in siti archeologici. Alla giornata di studio parteciperanno circa 35 studiosi, oltre a un team dell'Agenzia spaziale europea. Insomma, sembra che per l'intero territorio dell'Argimusco si stia presentando un'imperdibile occasione: il riconoscimento ufficiale del valore culturale mondiale del sito dell'Argimusco e l'iscrizione nella lista del Patrimonio Unesco.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

La Sicilia dove l'acqua è un lusso

L'emergenza Messina è solo la punta dell'iceberg di un'Isola assetata: da Gela ad Agrigento. Dove fiorisce il mercato nero

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×