Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Il nipote di Che Guevara percorre la Trasversale sicula
Da Mozia a Kamarina. «Vedere l'Isola il sogno dello zio»

Un percorso di oltre 600 chilometri che tocca 40 Comuni siciliani e dura sei settimane. «All'inizio i camminatori saranno in 12 - spiegano a MeridioNews gli organizzatori - ma poi si uniranno anche altri». Tra questi anche il parente del rivoluzionario argentino

Danilo Daquino

Geoarcheologi, scrittori, giornalisti, semplici appassionati e, da quest’anno, anche Martin Guevara Duarte, nipote del rivoluzionario argentino Ernesto Che Guevara. Tutti guidati da Tano Melfi e Peppe De Caro. È questo il gruppo di camminatori che percorrerà a piedi l’antica Trasversale Sicula, un percorso di 623,247 chilometri che da Mozia arriva a Kamarina, passando per oltre 40 Comuni. 

Il cammino prenderà il via il 4 ottobre e, per la prima volta, verrà fatto al contrario: negli anni precedenti, la piccola località in provincia di Trapani era la tappa conclusiva. «I camminatori che percorreranno l'Antica Trasversale Sicula dall'inizio sono dodici, ma già dalla prima tappa e per tutte le altre a seguire si uniranno scout, associazioni e altri camminatori esperti che ci accompagneranno per numerose tratte - spiega a MeridioNews De Caro, che insieme a Melfi è l’ideatore del progetto. Da tre anni lavoriamo a questo percorso antico spinti dalla nostra passione per archeologia e la storia antica». 

Lo studio prende origine dalle teorie di Biagio Pace, archeologo comisano, un allievo di Paolo Orsi che visse nella prima metà del Novecento, che «individuò una strada del periodo greco, ma forse anche più antica, che collegava Kamarina (oggi in provincia di Ragusa) alle principali città greche, indigene e puniche della Sicilia orientale e occidentale, la Trasversale Sicula», ma anche da quelli di Giovanni Uggeri, professore emerito dell’università di Roma La Sapienza, «che ci ha dato una mano importante sulla viabilità antica». 

L’itinerario, costituito da antiche trazzere, è stato dunque ritracciato, mappato e geo-referenziato grazie alla collaborazione con il LabGis dell’Osservatorio turistico regionale siciliano, individuando i principali punti d’interesse turistico. L’obiettivo è quello di valorizzare lo storico e antico percorso, per «riscoprire i territori attraverso il turismo esperienziale». In altre parole, un modo per mostrare la Sicilia, quella meno conosciuta, ai suoi stessi abitanti e non solo. 

«Il tracciato, che nell’antichità era la massima espressione di contatto e convivenza tra popoli, taglia trasversalmente la Sicilia e ricongiunge oggi sette province, sei pachi archeologici, 47 siti di interesse storico-archeologico-monumentale, un parco, sette riserve naturali, tantissimi musei, centri storici e insediamenti rurali tradizionali», si legge nel progetto. Quest’anno, tra i partecipanti, c’è anche Martin Guevara Duarte, scrittore spagnolo e nipote, appunto, del più noto Che Guevara. 

«Lo abbiamo convinto a camminare con noi perché uno dei sogni di suo zio era quello di visitare la Sicilia, e quindi quale modo migliore di farlo camminando, in occasione anche dell’anniversario della morte dello zio che ricorre il 9 ottobre?». Tra i comuni che verranno toccati, quelli di Salemi, Santa Ninfa, Poggioreale, Contessa Entellina, Corleone, Prizzi, Enna, passando dal Lago di Pergusa, prima Riserva naturale speciale della Regione Siciliana e sito di interesse comunitario. Ma anche Mineo, Grammichele, Licodia Eubea, Vizzini, Buccheri, Ferla, Sortino, Cassaro, Palazzolo Acreide, Giarratana, Chiaramonte Gulfi e Comiso prima di arrivare a Kamarina il 18 novembre, tappa conclusiva, dopo sei settimane.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

La Sicilia dove l'acqua è un lusso

L'emergenza Messina è solo la punta dell'iceberg di un'Isola assetata: da Gela ad Agrigento. Dove fiorisce il mercato nero

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×