Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Il prezzo del rientro dalla Sicilia nelle città universitarie
Voli costosissimi, anche trecento euro per solo andata

Gli studenti universitari che hanno trascorso sull'Isola i mesi delle vacanze estive si accingono a ripartire. E chi non ha prenotato il ritorno con adeguato anticipo ha dovuto sborsare cifre quasi proibitive

Marta Silvestre

Lasciare l'Isola dopo le vacanze estive per molti studenti fuorisede significa già dover inghiottire un boccone amaro. Ancora di più per chi non ha prenotato con largo anticipo il viaggio di ritorno e adesso si trova a fare i conti con un prezzo molto caro da pagare. Oltre a quello di lasciare la terra natia. Per tornare nei maggiori centri universitari italiani per i giovani siciliani è necessario mettere mano seriamente al portafogli, ovviamente prendendo in considerazione solo i viaggi nelle classi più economy. Chi avesse per esempio deciso di prenotare a ridosso di Ferragosto la ripartienza per una delle prime tre domeniche di settembre (il 2, il 9 o il 16) dai due maggiori aeroporti dell'isola (Catania Fontanarossa e Palermo Punta Raisi) e atterrare a Roma, Milano, Bologna o Torino ha dovuto affrontare costi che, esclusa qualche rara tratta in orario scomodi, sono alti se non addirittura proibitivi. 

Catania-Roma. Per decollare dal capoluogo etneo domenica 2 settembre la tarrifa andava da un minimo di 144 euro con un volo basic della sera della compagnia Vueling fino a un massimo di Alitalia che in classe Economy si aggira intorno ai 169 euro con partenza alle 9 del mattino. In mezzo sei viaggi con Ryanair al prezzo di 125,90 euro. Per la domenica successiva, la possibilità più conveniente era quella di un volo con il decollo previsto alle 6.25 del mattino di Ryanair a 54,63 euro. Per chi ambiva a orari più comodi, a metà mattinata o nel pomeriggio, è stato necessario sborsare 86,55 euro. Con 62,99 invece Vueling prometteva di portare fino all'aeroporto romano. Più cara la stessa tratta con Alitalia che per il 9 settembre andava dai 78,38 ai 139,38 euro. La data del 16 settembre invece vedeva il volo più mattutino di Ryanair a 33,27 euro (86,55 euro per il viaggio della sera). Con Alitalia si andava dai 48,38 euro a 169,38 euro. L'unico volo della compagnia Vueling aveva un prezzo fissato a 92,99 euro e già pochi posti disponibili.

Palermo-Roma. Tutto sopra il tetto della centinaia di euro per la tratta dal capoluogo siciliano nella prima domenica di settembre. Prezzi da un minimo di 111,99 euro di Vueling fino a un massimo di 295 euro per viaggiare con Alitalia. Il prezzo per tutti e cinque i voli della giornata con Ryanair era, invece, di 125.90 euro. Non è andata meglio a chi ha prenotato un volo di sola andata per domenica 9 settembre: il volo meno caro era quello con Vueling all'ora di pranzo (101,99 euro). Con Alitalia, invece, non si scendeva sotto i 121,46 euro (e si arriva anche fino a quasi i 200 euro). Cinque i voli previsti con Ryanair tutti a 103,42 euro. La domenica dopo, prezzi più bassi: il volo delle 6.25 con Ryanair richiedeva una spesa di 54,63 euro, quelli più comodi del pomeriggio arrivano fino a 86,55 euro. Alitalia andava dai 68,46 ai 121,46 euro. I due voli previsti da Vueling costavano entrambi 81,99 euro.

Catania-Milano. Per chi ha scelto di studiare nella città della moda le spese da sostenere sono alte. A partire già da quelle per andarci. Domenica 2 settembre si andava da un minimo di 258,56 euro del volo pomeridiano di Ryanair. Di poco più economici i prezzi per la domenica successiva: necessari 184,83 euro con Alitalia, il più caro era il volo del pomeriggio con Ryanair che arriva quasi ai 260 euro. Non riesce a risparmiare molto nemmeno chi deve rientrare a metà settembre: i prezzi erano, infatti, quasi invariati anche per la terza domenica del mese.

Palermo-Milano. Decollare da Punta Raisi e atterrare a Malpensa nelle prime tre settimane di settembre non è un affare, se non per le compagnie. Per domenica 2 settembre l'offerta più conveniente era quella di Rayanir: un volo la mattina e uno la sera entrambi a 320,39 euro. Per gli ultimi posti disponibili con Alitalia, invece, servivano più di 370 euro. Si abbassavano di poco le spese da sostenere per chi può rientrare la settimana successiva: da un minimo di 167,41 euro (con Alitalia) a un massimo di 258 euro per il volo della mattina di Ryanair. Più conveniente il rientro al 16 settembre. Il volo più economico di Alitalia era a 127,41 euro. Più cara Ryanair con viaggi da un minimo di 157,38 euro (per la mattina) a un massimo di 258,56 euro (per la sera).

Catania-Bologna. Chi ha necessità di tornare nel capoluogo dell'Emilia-Romagna entro le prime settimane di settembre si è dovuto mettere l'anima in pace. Per viaggiare la prima domenica si andava infatti da un minimo di 234,95 euro (con Ryanair) a un massimo di 338,33 euro (Alitalia), con poche altre possibilità in mezzo. La domenica dopo i prezzi erano leggermente più bassi, anche se di poco: il più basso era 183,38 euro (con Alitalia) ma si arriva fino a 336,13 euro per il volo pomeridiano di Ryanair. Nessun volo sotto Ferragosto era prenotabile per il 16 settembre.

Palermo-Bologna. L'offerta migliore per domenica 2 settembre, escludendo i voli che prevedono anche un scalo, era quella di 283,46 euro del volo della mattina con Alitalia (che arrivava a un massimo di 384,41 euro per la stessa del pomeriggio-sera). Con Raynair i due voli (mattina e sera) costava 328,23 euro. Per la domenica successiva conveniva il volo di Alitalia a 193,46 euro. Meno allettante spendere 266,43 euro con Ryanair per viaggiare sia la mattina che la sera. Anche per questa tratta, per la data del 16 settembre, non c'erano voli disponibili.

Catania-Torino. Per chi deve tornare sullesudate carte sotto la Mole antonelliana la prima domenica di settembre, il viaggio più economico era l'unico di Ryanair (275,54 euro) con partenza alle 12.45. Con la compagnia di bandiera, invece, si andava dai 317,33 ai 367,33 euro per voli che prevedevano uno scalo obbligato all'aeroporto di Roma Fiumicino. Più bassi i prezzi per la domenica successiva: per il viaggio alla stessa ora con Ryanair si spendevano quasi cento euro in meno (185,48 euro). Costava circa dieci euro in meno (177,33 euro) la tratta con Alitalia  che, però, include sempre anche lo scalo (con un'attesa che può arrivare anche fino a quattro ore) all'aeroporto romano. Per rientrare la terza domenica di settembre si poteva infine scegliere fra l'unico volo di Ryanair all'ora di pranzo a 131,52 euro o i viaggi con Alitalia, che andavano dai 97,33 ai 147,33 euro, sempre con scalo incluso.

Palermo-Torino. Arrivare all'aeroporto Caselle partendo da PuntaRaisi domenica 2 settembre non costava meno di 276,54 euro con Ryanair. Per chi preferisce viaggiare con Alitalia il prezzo più basso era di 291,41 euro. Possibilità limitate anche per chi rientra la domenica successiva: un solo volo (sempre alla 15.45) con Ryanair a 220,33 euro. Si risparmiava un po' con Alitalia che, con il solito scalo romano, proponeva dei voli da 121,41 euro. Per rientrare infine domenica 16 settembre l'opzione più economica era quella di Alitalia (con scalo a Fiumicino) al prezzo di 106,41 euro, mentre la sola possibilità di Ryanair (ore 15.45) costava circa 80 euro in più (185,48 euro).

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

La Sicilia dove l'acqua è un lusso

L'emergenza Messina è solo la punta dell'iceberg di un'Isola assetata: da Gela ad Agrigento. Dove fiorisce il mercato nero

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×