Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

De Luca lascia l'Ars, gli subentra il suo delfino
Lo Giudice: «Non ti ringrazierò mai abbastanza»

Già consigliere comunale a Santa Teresa di Riva (Me), Lo Giudice dallo scorso anno ricopre la carica di primo cittadino del Comune in Provincia di Messina. Esponente dello stesso movimento politico di De Luca, Sicilia Vera, adesso per il trentenne si aprono le porte di Palazzo dei Normanni

Miriam Di Peri

È la vittoria di Cateno De Luca a Messina, ma è anche quella del movimento da lui fondato, Sicilia Vera, festeggiata per tutta la notte sullo Stretto. Se il nuovo sindaco De Luca, infatti, già stamattina è a lavoro a Palazzo Zanca insieme al figlio, in settimana arriveranno le sue dimissioni all'Assemblea Regionale per incompatibilità tra la carica di primo cittadino di una grande città e quella di deputato regionale. Ma De Luca lascia il posto al gruppo misto a uno dei suoi uomini di fiducia e attivista del suo stesso movimento.

È Danilo Lo Giudice, infatti, il primo dei non eletti nella stessa lista (Udc-Sicilia Vera) e nello stesso collegio di De Luca. Lo Giudice è attualmente sindaco di Santa Teresa di Riva, comune di oltre novemila abitanti in provincia di Messina, già amministrato in passato dallo stesso De Luca.

Classe 1986, 32 anni, sposato, Lo Giudice sarà il secondo deputato più giovane di questa legislatura, dopo il conterraneo Luigi Genovese. Dal 2007 fino allo scorso anno è stato consigliere comunale a Santa Teresa, prima tra i banchi della minoranza, poi eletto nel secondo mandato presidente del consiglio comunale e nominato vicesindaco. Alla amministrative del 2017 è stato eletto primo cittadino e adesso per lui si aprono anche le porte di Palazzo dei Normanni.

«Per la seconda volta nella mia vita - scrive Lo Giudice su Facebook, rivolgendosi a De Luca - io mi ritrovo a raccogliere la tua eredità politica, un’eredità pesante perché la tua preparazione, la tua dedizione, il tuo coraggio non hanno eguali... ma con grande umiltà cercherò di fare del mio meglio, dedicando tutto me stesso in questo nuovo ruolo che la riviera jonica prima e la città di Messina oggi, mi hanno voluto assegnare, pronto a servire l’intera provincia. Non potrò mai dirti grazie abbastanza».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×