Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Siracusa-Gela, Cosedil accetta di subentrare a Condotte
Se tribunale di Roma darà ok, cantieri potrebbero ripartire

Una scrittura privata tra le due imprese coinvolte nell'Ati Cosige che si è aggiudicata l'appalto potrebbe accelerare la ripresa dei lavori sull'autostrada. Il Cas: «Si lavora al verbale di consistenza». Tra Consorzio e Ati, intanto, prosegue il contenzioso

Valentina Frasca

Raggiunto l’accordo tra Condotte D’Acqua e Cosedil per la prosecuzione dei lavori per la realizzazione dell'autostrada Siracusa-Gela. Se la scrittura privata dovesse avere l’ok della sezione fallimentare del tribunale di Roma, i cantieri potrebbero riaprire con conseguente pagamento delle ingenti somme dovute alle ditte. Con questa intesa Cosedil subentra a Condotte, che aveva il 70 per cento dell’appalto e che è fallita. Con il nuovo accordo di fatto Condotte recede dall’appalto, tirandosi fuori anche dall’Ati, mentre Cosedil si assume la responsabilità della prosecuzione dell’opera, accettando, in buona sostanza, anche i debiti.

Il parlamentare nazionale Nino Minardo e la deputata regionale Rossana Cannata plaudono per questo risultato, che ritengono sia frutto pure dell’impegno dell’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone. «Più volte - scrive Minardo - ho chiesto che non si gettasse alle ortiche quanto fatto, per via delle vicende giudiziarie che hanno interessato Condotte, socio di maggioranza del consorzio Cosige che ha in appalto l’opera. Una volta avuta l’autorizzazione del tribunale di Roma, sezione fallimentare, Cosedil potrà realizzare da sola i lotti che da Ispica condurranno l’autostrada sino a Modica».

Il tribunale dovrebbe esprimersi entro il mese, forse già la prossima settimana. Il Genio civile di Siracusa, nel frattempo, continua nella redazione del verbale di consistenza. A renderlo noto è il direttore del Cas, Leonardo Santoro, definendolo «un atto propedeutico all’entrata nel cantiere di un’altra impresa, rescissione o meno. Cosedil, se e quando arriverà, vorrà sapere - continua Santoro - cosa trova e da dove iniziare, quindi andiamo avanti come previsto perché è un atto dovuto, nella speranza di avere presto l’ok del tribunale in modo da passare tutto a Cosedil e riavviare i cantieri fermi da un anno».

Resta aperto, intanto, al tribunale di Messina, il fascicolo relativo al contenzioso Cosige-Cas, per i 22 milioni che devono essere riconosciuti dal Cas a Cosige per lavori già eseguiti su questa tratta. La prossima udienza si terrà non prima di ottobre, dopo che Cosige ha respinto un tentativo di accordo bonario ritenendo non congrua la somma proposta dal Cas per chiudere la vicenda.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews