Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Basket, niente miracolo per l’Orlandina
Biancazzurri ko e retrocessi in serie A2

I paladini vengono sconfitti per 119-95 a Cremona e passano alla categoria inferiore, dopo tre anni di militanza in A. Siciliani in partita soltanto nel primo tempo, poi la Vanoli gioca una gara offensivamente perfetta condannando la Betaland. A nulla serve il risultato della VL Pesaro, sconfitta a Sassari

Luca Di Noto

Foto di: Betaland Capo d'Orlando

Foto di: Betaland Capo d'Orlando

Non riesce, nell’ultima giornata di campionato, il miracolo all’Orlandina. La squadra di coach Mazzon, infatti, viene pesantemente sconfitta sul parquet della Vanoli Cremona.  Resta, così, all’ultimo posto in classifica nella regular season, retrocedendo in serie A2 dopo tre anni consecutivi di militanza nella massima categoria. Al PalaRadi finisce 119-95 per la compagine lombarda, risultato che condanna i paladini al temuto verdetto. A nulla serve, dunque, il risultato della VL Pesaro, sconfitta a Sassari.

In avvio di gara è Sims a fare la differenza con dieci punti, ma i siciliani reagiscono con le realizzazioni di Atsur e Faust. Kulboka trova due triple di fila che portano la Betaland in vantaggio. Il punteggio poi è, di nuovo, in parità con Milbourne. Sei punti consecutivi di Likhodey spingono la Betaland sul +6, poi Diener chiude sul 33-31 alla prima sirena. I padroni di casa spingono, ma l’Orlandina non molla grazie anche a Campani. Odom realizza poi tre triple consecutive e regala alla Vanoli il +4, poi prima dell’intervallo Stojanovic sbaglia i liberi e si arriva a metà gara sul 57-53.

Al rientro sul parquet, la gara continua all’insegna dell’equilibrio. Si va a punti da entrambi i lati poi, dopo qualche minuto, Cremona mette il turbo trovando un super parziale grazie alle giocate di Martin, autore di dieci punti e di due schiacciate mostruose. La Betaland resta bloccata, così la squadra di casa continua la sua fuga e alla terza sirena il punteggio suona già come una condanna, 89-72. In avvio di ultimo quarto Cremona spinge a raffica e trova continuamente il canestro. La Betaland non si arrende, ma non riesce praticamente mai ad andare sotto i venti punti di svantaggio. Finisce 119-95, con l’Orlandina che dunque ripartirà dalla A2.

Vanoli Cremona 119-95 Betaland Capo d’Orlando
Parziali
: 33-31, 57-53, 89-72

Vanoli Cremona: Johnson Odom 22, Martin 17, Gazzotti, Diener T 12, Ricci 8, Ruzzier 9, Portannese 3, Fontecchio 13, Sims 22, Diener D 7, Milbourne 6 . All.Sacchetti

Betaland Capo d’Orlando: Galipò Gio ne, Smith 17, Faust 11, Atsur 17, Kulboka 11, Laganà ne, Likhodey 8, Campani 15, Gaddefors, Galipò Gia ne, Stojanovic 14, Donda 2 All. Mazzon

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Il calcio che conta (storie dalle periferie del pallone)

Lontano dai riflettori della serie A, le storie e i profili più interessanti dalle squadre siciliane impegnate nei campionati minori

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×