Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Ragusa, controlli nel centro commerciale Ibleo
In un negozio di abbigliamento 5 giovani in nero

La Guardia di finanza ha effettuato verifiche nei centri commerciali della provincia, riscontrando una situazione irregolare. Per il titolare è scattata una sanzione da 120mila euro. La società ha sede a Napoli con diverse attività in Sicilia. «I lavoratori possono chiedere anche adesso di essere regolarizzati», ricordano le Fiamme gialle

Redazione

Cinque lavoratori irregolari sono stati scoperti dalla Guardia di finanza in un grande negozio di abbigliamento nel centro commerciale Ibleo di Ragusa. Nell'ambito dei controlli contro il fenomeno del lavoro in nero, i militari nei giorni scorsi hanno posto l'attenzione in particolare sui centri commerciali.

Nel negozio dove sono state riscontrate irregolarità erano a lavoro sette dipendenti, tutti di giovane età. Sulla base di informazioni acquisiste anche dalle banche dati del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, confrontate con la documentazione esibita dal titolare, è emerso che cinque dei sette lavoratori erano irregolari, e tre completamente in nero. È quindi scattata una sanzione amministrativa per oltre 120mila euro. 

I giovani dipendenti sarebbero stati impiegati da diversi mesi come addetti alle vendite, in assenza della comunicazione obbligatoria di inizio lavoro, con compensi sottostimati rispetto alle ore di lavoro prestate, e in contanti, in mancanza di garanzie sotto il profilo assistenziale e contributivo. La società ha sede principale a Napoli e negozi in diversi Comuni siciliani; il titolare è stato segnalato all'ispettorato territoriale del Lavoro, per l’eventuale adozione del provvedimento di sospensione dell’attività.

«Al lavoratore - spiegano dalla Finanza - in questi casi, la legge riconosce il diritto di essere regolarizzato secondo le modalità accertate (dal primo giorno di lavoro svolto), ivi compreso il versamento dei relativi contributi e premi, nonché il diritto ad un contratto di lavoro della durata non inferiore a tre mesi, al netto del periodo prestato in nero».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Il calcio che conta (storie dalle periferie del pallone)

Lontano dai riflettori della serie A, le storie e i profili più interessanti dalle squadre siciliane impegnate nei campionati minori

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×