Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Lipari: elisoccorso non arriva, muore un 60enne
«Quando c'è forte vento è pericoloso per i piloti»

Rodolfo Taranto era stato ricoverato nell'ospedale eoliano, ma le sue condizioni si sono aggravate e hanno spinto i medici a chiedere il trasferimento in una struttura più attrezzata. Il mezzo, però, non è partito né da Messina né da Palermo, a causa delle condizioni meteo. Il sindaco a MeridioNews: «Chiesti chiarimenti all'Asp»

Simona Arena

Saranno i carabinieri a far luce sulla morte del 60enne Rodolfo Taranto, deceduto a Lipari stamattina. L’uomo era stato ricoverato ieri all’ospedale eoliano, dopo essere stato trovato privo di sensi nei pressi di un bar del centro da alcuni residenti. Pare presentasse una vistosa ferita al capo. Durante la notte è stato richiesto l’intervento dell’elisoccorso del 118 per l’aggravarsi delle condizioni di salute dell’uomo. «Non è stato possibile farlo arrivare né da Palermo, dove hanno un mezzo aereo più robusto, né da Messina a causa del forte vento», spiega a Meridionews Domenico Runci, responsabile del 118 per la Sicilia. «Purtroppo si tratta di un problema che si verifica ogni volta il vento supera i 40 nodi. Per una questione di sicurezza dei piloti, l’elicottero non si può alzare in volo». 

L’accesso alla sanità nell’arcipelago è però il più delle volte garantito proprio dall'elisoccorso, come sottolinea il primo cittadino Marco Giorgianni. «Abbiamo elipiste dedicate al 118 su tutte le isole che consentono interventi tempestivi e hanno salvato tante vite. In questo caso purtroppo non è avvenuto e ho già inoltrato formale richiesta all’Asp per sapere cosa sia successo e se ci sia un nesso causale tra il mancato arrivo del velivolo e il decesso del nostro concittadino». Taranto, dopo aver trascorso la notte in ospedale, intubato e sotto osservazione, avrebbe avuto anche due arresti cardiaci

Quando all'alba l'elicottero è arrivato, il medico si è accorto che le condizioni del paziente si erano aggravate e ci sarebbero state elevate possibilità di arrivare senza vita all’ospedale di Gela dove c’era la disponibilità del posto letto. Il 60enne è deceduto mentre è stato riportato al pronto soccorso. Non è escluso che la famiglia possa presentare una denuncia per fare luce sull’intera vicenda. 

Nelle stesse ore, a Salina una ragazza di 22 anni si è sentita male e anche nel suo caso l’elisoccorso non è potuto intervenire per il forte vento. La guardia costiera, tuttavia, è riuscita a trasferirla con la motovedetta da Malfa a Lipari, dove rimasta ricoverata nell’ospedale locale.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Il calcio che conta (storie dalle periferie del pallone)

Lontano dai riflettori della serie A, le storie e i profili più interessanti dalle squadre siciliane impegnate nei campionati minori

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×