Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Politiche 2018, i nomi degli eletti siciliani alla Camera
Almeno 16 M5s, sette a FI. Seggi a Pd, Lega, Leu e Fdl

La ripartizione proporzionale degli scranni che spettano alle circoscrizioni siciliane premia, come già annunciato, il Movimento 5 stelle. Tra le altre compagini è Forza Italia quella più rappresentata, mentre al Partito democratico dovrebbero andarne quattro. Due per gli altri partiti di centrodestra. Liberi e uguali forse solo uno

Redazione

Trentatré. È questo il contributo che la Sicilia darà a Montecitorio in termini di seggi attribuiti con il sistema proporzionale. La ripartizione vede premiato ancora una volta il Movimento 5 stelle, a cui dovrebbero andarne almeno 16, due dei quali ancora in ballo tra i candidati di due collegi della Sicilia occidentale. Ad avere la certezza di uno scranno a Roma dovrebbero essere Adriano Varrica, Valentina D'Orso, Santi Cappellani, Luciano Cantone, Gianluca Rizzo, Filippo Scerra, Antonella Papiro, Antonio Lombardo, Caterina Licatini, Azzurra Cancelleri, Filippo Perconti, Rosalba Cimino, Dino Terrana e Angela Raffa. A contendersi i restanti due seggi dovrebbero essere Davide Aiello, Chiara Di Benedetto e Danilo Maniscalco. Tuttavia esiste una remota ipotesi per cui i seggi potrebbero essere addirittura 17.

La seconda rappresentanza in termini di seggi aggiudicati è quella di Forza Italia. Alla Camera, gli azzurri dovrebbero portare il senatore uscente Francesco Scoma, Antonino Germanà, a fine 2017 passato da Alternativa popolare a FI, il parlamentare uscente modicano Antonino Minardo, Matilde Siracusano, l'ex ministra Stefania Prestigiacomo, la giudice Giusy Bartolozzi e il collaboratore personale del commissario forzista Gianfranco Miccichè, Ugo Zagarella. Quattro i posti a Montecitorio che dovrebbero andare al Partito democratico: ad aggiudicarseli Daniela Cardinale, il rettore dell'Università di Messina Pietro Navarra, il segretario regionale uscente Fausto Raciti, e il segretario palermitano Carmelo Miceli

Il magro risultato ottenuto da Liberi e Uguali concede alla formazione che candidava come premier Pietro Grasso un seggio a Palermo. Ad aggiudicarselo è l'uscente Erasmo Palazzotto. Tuttavia, un secondo seggio potrebbe rientrare - e in questo caso la squadra cinquestelle si fermerebbe a 16 - grazie al cosiddetto effetto flipper, che riguarda la ripartizione su scala nazionale e che potrebbe premiare Guglielmo Epifani. Chi invece è certo di avere ottenuto due scranni a Montecitorio sono Lega e Fratelli d'Italia: a sorridere nella prima sono Alessandro Pagano e Carmelo Lo Monte, mentre il partito guidato da Giorgia Meloni manderà a Roma Carolina Varchi e Carmela Bucalo.

GLI ELETTI SICILIANI ALLA CAMERA NEI COLLEGI PLURINOMINALI

MOVIMENTO 5 STELLE
Adriano Varrica
Valentina D'Orso,
Santi Cappellani
Luciano Cantone
Gianluca Rizzo
Filippo Scerra
Antonella Papiro
Antonio Lombardo
Caterina Licatini
Azzurra Cancelleri
Filippo Perconti
Rosalba Cimino
Dino Terrana
Angela Raffa

FORZA ITALIA
Francesco Scoma
Antonino Germanà
Antonino Minardo
Matilde Siracusano
Stefania Prestigiacomo
Giusy Bartolozzi
Ugo Zagarella

PARTITO DEMOCRATICO
Daniela Cardinale
Fausto Raciti
Pietro Navarra
Carmelo Miceli

LEGA
Alessandro Pagano
Carmelo Lo Monte

FRATELLI D'ITALIA
Carmela Bucalo
Carolina Varchi

LIBERI E UGUALI
Erasmo Palazzotto

GLI ELETTI SICILIANI ALLA CAMERA NEI COLLEGI UNINOMINALI
MOVIMENTO 5 STELLE
Aldo Penna
Giorgio Trizzino
Roberta Alaimo
Vittoria Casa
Giuseppe Chiazzese
Piera Ajello
Dedalo Pignatone
Michele Sodano
Vita Martinciglio
Francesco D'Uva
Alessio Villarosa
Andrea Giarrizzo
Laura Paxia
Simona Suriano
Eugenio Saitta
Maria Lucia Lorefice
Maria Marzana
Paolo Ficara

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Il calcio che conta (storie dalle periferie del pallone)

Lontano dai riflettori della serie A, le storie e i profili più interessanti dalle squadre siciliane impegnate nei campionati minori

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×