Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Truffa dello specchietto, fermate madre e figlia
Le due avrebbero preso di mira soltanto donne

I militari le hanno fermate in via Mariannina Schininà. Sarebbero responsabili di numerosi episodi. Con il modus operandi che sarebbe stato sempre lo stesso. A incastrare le due - con la prima posta ai domiciliari e la seconda denunciata a piede libero - è stata una perquisizione della loro vettura

Redazione

Avrebbero preso di mira donne a Ragusa e a Santa Croce Camerina. Il modus operandi sarebbe stato sempre lo stesso: colpire con una pietra o un bastone lo specchietto di un'auto in movimento, fingere il danneggiamento della propria vettura, inseguire le vittime e cercare di ottenere un risarcimento per ciò che in realtà era soltanto una finzione. Accusate di avere messo in atto la truffa dello specchietto nel Ragusano sono due donne - madre e figlia - di 46 e 26 anni, residenti a Noto.

A fermarle sono stati i carabinieri della Compagnia di Ragusa. Le due si trovavano in via Mariannina Schininà. Sottoposta l'auto a perquisizione, i militari hanno trovato un bastone di gomma e alcuni sassi che sarebbero stati usati contro le automobili delle vittime. La 46enne è stata arrestata e posta ai domiciliari, mentre la 26enne è stata denunciata.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Il calcio che conta (storie dalle periferie del pallone)

Lontano dai riflettori della serie A, le storie e i profili più interessanti dalle squadre siciliane impegnate nei campionati minori

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×