Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Liste Pd, Fausto Raciti anticipa addio alla segreteria
Lupo va già oltre: «Avversari sono fuori dal partito»

Il politico acese ha annunciato di lasciare la guida dei dem in Sicilia, in aperta polemica con le scelte fatte dai vertici nazionali. Sembra l'ultimo atto di un partito che, secondo Antonello Cracolici e Giuseppe Antoci, è in fase di mutazione genetica e snaturazione. Ma c'è chi evita dare significati importanti all'uscita dell'ex giovane turco

Simone Olivelli

«Per farla breve: sapete dove trovarmi». A scriverlo ieri mattina era stato Fausto Raciti, in un post su Facebook dedicato ai primi impegni della campagna elettorale per le Politiche del 4 marzo. Nella locandina è presentato come segretario regionale, nonostante stamani - nel corso di un'intervista al quotidiano La Sicilia - abbia annunciato l'intenzione di dimettersi. La scelta di lasciare la guida del partito in Sicilia, per quanto il mandato quadriennale sia già in scadenza, ha motivazioni chiare e rappresenta l'ennesimo scossone all'interno della compagine dem, quando manca poco più di un mese a una tornata elettorale che potrebbe riservare cocenti delusioni al centrosinistra a guida Matteo Renzi. Ed è proprio nel segno del dissenso verso le scelte fatte dal segretario nazionale e dal suo entourage che la scelta di Raciti va letta. L'ex giovane turco - pur non negando di trovarsi in una situazione non sfavorevole, con un secondo posto dietro Maria Elena Boschi nel listino bloccato del collegio Paterno-Ragusa-Avola-Siracusa per la Camera - ha criticato pesantemente la definizione delle liste, parlando di decisioni che snaturerebbero «l'identità del partito». La stessa che già, all'indomani della riunione fiume che ha portato alle rose di nomi da presentare agli elettori, era stata messa in discussione dalle minoranze. «Non ne condivido merito e metodo, non è un problema di bilanciamenti correntizi, ma di identità che si offre agli elettori», dice Raciti. 

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.