Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Crocetta, da un seggio garantito a grande accusatore
«È un'epurazione di Renzi, candidati impresentabili»

L'ex presidente parla della sua esclusione dalle liste dei Dem in vista delle elezioni nazionali e imputa al segretario nazionale e al suo luogotenente in Sicilia, Davide Faraone, le responsabilità di liste che a suo dire sarebbero piene di impresentabili, a scapito di persone con storie politiche importanti ma hanno tenuto posizioni di dissenso

Gabriele Ruggieri

«Politicamente sono disoccupato con onore. Non voglio essere più candidato a niente». Rosario Crocetta torna a parlare dopo l'esclusione dalle liste per le prossime elezioni nazionali e si toglie più di un sasso dalla scarpa dando addosso a un partito, il Pd, da cui non prende le distanze politicamente, ma nei confronti di cui si rivela estremamente critico. «Questo è il vantaggio di essere disoccupato, quello di potere essere il Crocetta di sempre, quello che fa nomi, cognomi e battaglie. E io voglio morire sul campo». Oggetto delle invettive dell'ex governatore sono i nomi inseriti in lista e da lui definiti impresentabili, soprattutto Pietro Navarra, rettore dell'università di Messina e nipote del boss Michele Navarra. Il padre del rettore è, infatti, fratello del vecchio capomafia corleonese, morto quando ancora Pietro Navarra doveva nascere. Una storia su cui lo stesso rettore ieri è intervenuto, parlando di «dichiarazioni infamanti» e annunciando querele. «Premetto che la mia posizione su questo argomento è ben nota da tempo - ha detto - si parla di persone morte prima della mia nascita e ogni collegamento non può che rappresentare una volgare strumentalizzazione. Non sono, però, disposto a tollerare ulteriori attacchi su tali temi. Con estrema chiarezza, pertanto, puntualizzo che presenterò querela contro chi rilascerà dichiarazioni di questo tipo e nei confronti delle testate che daranno spazio a simili considerazioni».

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale, dopo 3 contenuti gratuiti, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Accedi

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews