Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Fratello e sorella picchiano gli ex a colpi di bastone
Avevano scoperto la relazione clandestina tra loro

È accaduto a Portopalo di Capo Passero. A intervenire sono stati i carabinieri, che hanno trovato le armi all'interno dell'automobile. Stando alla ricostruzione degli investigatori, non sarebbe la prima aggressione. Per questo l'accusa è di atti persecutori. Disposti gli arresti domiciliari

Redazione

Erano stati lasciati dai rispettivi coniugi perché le loro storie erano finite. E, a quanto pare, erano finite perché tra i due cognati era nata una storia. Davanti a questa scoperta fratello e sorella hanno deciso non solo di mettersi di traverso, ma anche di vendicarsi. Con tanto di bastoni e spranghe

A mettere fine alla violenza sono stati i carabinieri del Portopalo di Capo Passero intervenuti in seguito all'aggressione. I due sono stati arrestati, e posti ai domiciliari, con l'accusa di atti persecutori: infatti, stando alla ricostruzione dei militari, non sarebbe l'unico episodio violento. I militari hanno trovato le armi all'interno dell'autovettura con cui hanno raggiunto l'abitazione delle vittime.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Il calcio che conta (storie dalle periferie del pallone)

Lontano dai riflettori della serie A, le storie e i profili più interessanti dalle squadre siciliane impegnate nei campionati minori

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×