Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Patti, il presepe vivente curato dai disabili psichici
Frutto dei laboratori cucina, restauro, danza terapia

Ragazzi con disabilità psichiche e minori saranno i protagonisti di un presepe vivente che si svolgerà nella cittadina in provincia di Messina. Il lavoro è frutto di diversi laboratori tenuti presso le strutture che li ospitano. «Miriamo all’integrazione di queste persone che vanno supportate e non evitate». Guarda le foto

Concetta Purrazza

Con il Natale alle porte, alla villa comunale Umberto I di Patti, in provincia di Messina, fervono i preparativi per un presepe vivente davvero speciale. Qui, un gruppo di minori e disabili psichici, utenti di strutture abitativo-riabilitative locali, si fa testimone della gioia della condivisione. Per capire, basta guardarli. C’è chi allestisce i recinti per gli animali, chi le botteghe delle arti e dei mestieri e chi la mangiatoia del Bambino Gesù. Nulla viene lasciato al caso, ogni dettaglio viene curato nei minimi particolari.

Dopo il grande successo dello scorso anno, torna l’appuntamento con la seconda edizione del presepe vivente di Patti. Protagonisti dell’evento saranno gli ospiti delle comunità alloggio gestite dalla cooperativa In cammino e delle strutture abitativo-riabilitativo del consorzio sociale Insieme, in collaborazione con l’associazione La Palma d’Oro e il patrocinio del comune. Cinque le date: 23, 26, 30 dicembre e 3 gennaio dalle ore 18.30 alle 21 e il 6 gennaio dalla ore 19.30 alle 22. L’ingresso è gratuito.

«La sacra rappresentazione – spiega Antonella Cappadona, una delle curatrice dell’iniziativa – è frutto di vari laboratori che sono stati realizzati dai ragazzi nel corso dell’anno: cucito, teatro, restauro, cucina, danza terapia. Questo ha permesso loro non solo di curare gli allestimenti e i costumi ma anche di interpretare i personaggi all’interno del presepe. Le comparse coinvolgono circa quaranta utenti tra minori e disabili. Tuttavia, l’intera realizzazione interessa una sessantina di persone».

Lungo un percorso che si snoda tra botteghe e scenografie realistiche, quaranta figuranti daranno vita a scene di vita quotidiana e riprodurranno gli antichi mestieri: fabbro, fruttivendolo, fornaio, falegname. Oltre al bue e all’asinello, saranno presenti anche galline, conigli, pecore e agnelli. I visitatori potranno ristorarsi all’interno dell’osteria dove potranno gustare gratuitamente i legumi e i biscotti cucinati e offerti degli stessi ragazzi.

Tra le novità di questa seconda edizione la possibilità di acquistare l’olio prodotto e confezionato dagli ospiti delle strutture che quest’anno si sono cimentati nella raccolta delle olive. «All’interno della location - aggiunge Cappadona - è stata allestita la casetta petali di solidarietà, dove saranno esposti e venduti l’olio e gli oggetti che loro stessi hanno realizzato artigianalmente durante i laboratori».

L’inaugurazione sarà arricchita dalla partecipazione degli alunni della scuola media Luigi Pirandello di Patti che accoglieranno il pubblico con una performance musicale a tema natalizio accompagnati da flauto e chitarra. Infine, una suggestiva esibizione, offerta dai ragazzi disabili insieme ai normodotati di un centro danza, allieterà i fruitori nella giornata conclusiva del sei gennaio. Scopo della manifestazione è quello di favorire l’inserimento dei ragazzi nel tessuto sociale, che rientra tra gli obiettivi dei percorsi riabilitativi delle strutture assistenziali ospitanti. «Miriamo all’integrazione di queste persone che vanno supportate e non al contrario evitate, perché possono dare davvero tanto». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews