Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Trapani, arrestata un'avvocata per concussione
Avrebbe chiesto 80mila euro per ritirare denuncia

Rosa Sanna è finita ai domiciliari. Secondo gli investigatori avrebbe proposto al collega Josè Libero Bonomo di pagare per far ritrattare una sua ex assistita che lo accusa di infedele patrocinio. Ma all'appuntamento il legale si è presentato con gli uomini della forestale

Pamela Giacomarro

Denaro in cambio del ritiro di una denuncia. Ad ordire il piano ai danni di un collega sarebbe stata l'avvocata trapanese Rosa Sanna, arrestata dagli uomini della sezione di polizia giudiziaria della forestale con l'accusa di concussione. Secondo gli investigatori, la donna avrebbe chiesto a un avvocato alcamese, Josè Libero Bonomo, 80mila euro. In cambio avrebbe promesso il ritiro di una denuncia sporta contro Bonomo da una sua ex assistita, V.P., che si era rivolta proprio a Sanna per denunciare il suo ex legale per infedele patrocinio, nell'ambito di una causa civile contro una banca.

Quella causa infatti si era concluso con la condanna della donna e la confisca del suo appartamento. Convinta che l'avvocato Bonomo non si fosse comportato secondo deontologia professionale, quindi, V.P. si è rivolta all'avvocata Sanna. Quest'ultima avrebbe assicurato al collega, in cambio dell'ingente somma di denaro, nuove dichiarazioni da parte della sua assistita che lo avrebbero di fatto scagionato. L'avvocato Bonomo, però, fingendo di accettare l'accordo, ha invece sporto denuncia. 

Fissato l'appuntamento per la consegna della prima tranche del denaro, il professionista si è presentato insieme agli uomini della forestale che, al momento dello scambio, hanno arrestato l'avvocata, che si trova adesso agli arresti domiciliari. Bono ha anche denunciato a piede libero la sua cliente. Non è la prima volta che la Sanna finisce nel mirino dei magistrati. Nel 2011 era rimasta implicata in una vicenda riguardante il caso di un'adozione illegale

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

La Sicilia dove l'acqua è un lusso

L'emergenza Messina è solo la punta dell'iceberg di un'Isola assetata: da Gela ad Agrigento. Dove fiorisce il mercato nero

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×